0
https://open.spotify.com/episode/41xG7rSzMghzTZx03UjWhp?si=lP_MuazFSOqQHUC9CLXKPg

Spesso il desiderio di diventare genitori obnubila le menti. L’utero in affitto è una pratica egoista sia per chi la richiede sia per chi la offre.

Maternità surrogata e utero in affitto

La maternità surrogata è un processo attraverso il quale si può chiedere che una donna porti avanti una gravidanza e che il figlio venga poi “donato” a chi lo ha “richiesto”. L’utero in affitto si ha quando una donna che decide di rimanere incinta per qualcun altro e percepisce un guadagno legato all’affitto del proprio corpo.

Le insidie del web

La pratica, nei paesi che la consentono è attuata in vitro, rischia di sfuggire di mano e internet è un luogo davvero insidioso. Oggi esistono, ad esempio, siti di donatori di seme dove uomini si offrono di mettere incinta una donna tramite rapporto sessuale. Ecco quindi che trovare un donatore diventa semplicissimo. Inoltre, la pratica, dell’utero in affitto rischia di diventare “casalinga” e le persone, donatori e richiedenti, potrebbero mettersi d’accordo tra loro, scavalcando medici e laboratori rischiando che si crei un fitto sottobosco di compravendita di figli.

“Ordinare” un figlio

Uno degli aspetti più inquietanti è che probabilmente in futuro sarà possibile creare un figlio in vitro con determinate caratteristiche.

Questione di egoismo

Ecco quindi che chi vende il proprio corpo per denaro facile diventa egoista tanto quanto chi sceglie, tante volte, di scavalcare leggi e percorsi di adozione per diventare genitori. Questo autorizzerebbe tutti ad avere un figlio e a poterlo ottenere con un semplice click. Ci sono molte ragazze in cerca di soldi disposte ad affittare il proprio corpo.

Monica Giulia Cantù
Classe 1997. Laureanda in lettere moderne e contemporanee all'Università di Torino. Articolista. Appassionata di musica, scrittura, cinema, pittura, letteratura e scienza. "Tutte le cose sono belle in sé, e più belle ancora diventano quando l'uomo le apprende. La conoscenza é vita con le ali" (Khalil Gibran).

Glauco Benigni, Una nuova dimensione chiamata Internet

Previous article

Medicina estetica, Chirurgia estetica e chirurgia plastica

Next article

Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

More in Scienza