Connect with us

Hi, what are you looking for?

Intelligenza Artificiale

Twitter contro i deepfake: la piattaforma chiede il parere degli utenti

Anche Twitter si sta occupando del tema dei deepfake. Si tratta di una tecnologia, di cui abbiamo anche parlato in un nostro articolo, usata per creare video e foto contraffatte. La piattaforma sta infatti lavorando ad un regolamento dedicato proprio a questo argomento. Ma, prima di prendere delle decisioni in merito, ha scelto di chiedere il parere degli utenti della piattaforma tramite un sondaggio che potete trovare a questo indirizzo.

Twitter come affronterà i deepfake?

Scelta che Twitter ha annunciato tramite un messaggio ufficiale. A questo punto la piattaforma potrebbe quindi prendere delle strade alternative. Invece di cancellare i deepfake e basta ad esempio, potrebbe sottolineare che gli utenti stanno osservando un contenuto creato con questa tecnologia. Un po’ come ha fatto Facebook per quanto riguarda le notizie false o i siti che le pubblicano.

A questo punto però bisognerà aspettare per vedere come la piattaforma affronterà questo problema. Già la lotta contro le fake news è dura. Figuriamoci dover contrastare una tecnologia che può facilmente ingannare gli osservatori meno attenti. Ovviamente bisogna anche prendere in considerazione le implicazioni etiche. Forse proprio per questo Twitter ha deciso di ascoltare i suoi utenti.

Advertisement. Scroll to continue reading.

Certo, eliminare tutto ciò che potrebbe essere un deepfake è la soluzione più facile per Twitter. Il problema però è che il sistema potrebbe anche colpire contenuti che non hanno nulla a che vedere con questa tecnologia. Errore comprensibile, visto che comunque buona parte delle operazioni probabilmente verranno fatte da umani, esseri che possono sbagliare. Ma questo è solo uno dei problemi.

Una situazione delicata

Quello morale è sicuramente quello più dibattuto non solo per Twitter, ma per i social in generale. Molti non vedono di buon occhio dare il controllo delle informazioni a delle società che comunque sono private. Ma si tratta di un argomento complesso. Dopotutto anche la mano della politica viene vista come censura da alcuni. Quindi bisogna proseguire con cautela in questo campo.

Soprattutto visto la pericolosità dei deepfake. Twitter potrebbe essere la prima piattaforma ad affrontare il problema, ma non sarà di certo l’ultima. La società ascolterà gli utenti fino al 27 novembre. Dopo bisognerà aspettare un periodo non ben precisato per scoprire i regolamenti ufficiali in merito alla questione. I cambiamenti in arrivo potrebbero non accontentare tutti, ma è pur sempre un inizio.

Advertisement. Scroll to continue reading.

Dopotutto niente vieta a Twitter di cambiare le regole sui deepfake in un secondo momento. Ed avrebbe anche tutto il tempo per modificarle. Dopotutto i social non sono ancora inondati da questi falsi, per fortuna. Nel nostro articolo abbiamo spiegato come mai. In sintesi, ciò accade perché, almeno per ora, ci vuole un ingente numero di foto prima di poter creare un falso accettabile.

I deepfake ancora non invadono i social

Ed il risultato soffre di altri palesi difetti che vengono usati per scoprire la natura fittizia di questi contenuti. Insomma, il gioco non vale la candela, come il suol dire. Ma è una situazione con la quale bisognerà fare i conti, prima o poi. Come dimostrato da Striscia la Notizia, che ha già usato i deepfake in alcuni dei suoi servizi. Anche se, fortunatamente, i presentatori hanno avuto l’onestà di ribadire che fossero dei falsi.

E questo ci porta a considerare anche un altro problema. Come gestire i deepfake al di fuori dei social network. Facebook e Twitter possono contare sui loro regolamenti. Ma in altri ambiti, invece? Anche per questo motivo è bene iniziare a parlare di questa tecnologia. E le regole di Twitter potrebbero diventare una sorta di apripista che permetteranno di far capire la pericolosità dei deepfake.

Advertisement. Scroll to continue reading.
Written By

Comments

You May Also Like

Intelligenza Artificiale

La National University of Singapore e la Neuromorphic Research Community di Intel annunciano gli studi che applicano alla robotica la sensibilità tattile. Oramai una buona parte della ricerca di...

IoT

Grazie ad Amazon Echo per auto non dovrai più lasciare Alexa a casa ma potrai usarla anche mentre sei in macchina. Amazon Echo per...

Tech

Playstation 5 porterà grandi novità nel mondo delle console compreso un nuovo brevetto per la gestione della musica durante l’esperienza di gioco. PlayStation 5...

Cybersecurity

Intel e Microsoft stanno collaborando al neo progetto STAMINA che ha come scopo quello di tramutare in immagine i malware. I malware sono tutti...

Advertisement