Connect with us

Hi, what are you looking for?

Salute

Tumori, nuove speranze

Tumori, piccole buone notizie

Advertisement. Scroll to continue reading.

La notizia del ritiro dalla scene per qualche tempo di Emma Marrone, a causa di una neoplasia una malattia con cui la cantante ha avuto già a che fare qualche tempo fa, ci porta inevitabilmente ad affrontare un argomento, assai discusso negli ultimi tempi. 

Advertisement. Scroll to continue reading.

Prevenzione per migliorare la vita

L’aumento dei programmi di prevenzione, in caso di analisi non conformi, offre la possibilità di intervenire in tempo, ampliando in questo modo le aspettative di vita, che si traducono in una diminuzione della malattia del secolo.  

Advertisement. Scroll to continue reading.

Uno studio recente in materia di tumori, parla di circa 2 mila casi in meno rispetto al 2018, su un campione di 371mila. Le tipologie in calo sono riferite allo stomaco, al retto-colon e al fegato. I dati sono frutto di una ricerca effettuata da i seguenti istituti: Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM), Associazione Italiana Registri Tumori (AIRTUM), Fondazione AIOM, da PASSI (Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia) PASSI d’Argento e da SIAPEC-IAP (Societa’ Italiana di Anatomia Patologica e Citologia Diagnostica). Si sottolinea la riduzione del cancro nel genere maschile, alla prostata e al polmone che però aumenta nelle donne. E’ in aumento in uomini e donne il tumore al pancreas e alla tiroide, probabilmente complice una diagnosi precoce che porta alla scoperta della malattia nella sua fase iniziale, quindi al punto di partenza, dando la possibilità a chi lo contrae di intervenire velocemente  comprendendone l’origine. In aumento anche il tumore alla mammella con molta probabilità anche questo dato è indicato per via di un più alto numero di accertamenti. In passato la prevenzione era molto sottovalutata e il cancro si manifestava solo nella fase peggiore, quando era già impossibile intervenire. 

Advertisement. Scroll to continue reading.

Differenze di genere e territoriali

Advertisement. Scroll to continue reading.

La ricerca afferma un numero crescente di pazienti che nonostante la malattia riescono a sopravvivere rispetto al passato. Questo trend positivo nasce, dalla maggiore attenzione che viene posta allo screening e grazie a cure sempre più efficaci. Parlando di numeri circa il 63% delle femmine e il 54% dei maschi sopravvivono a cinque anni dalla diagnosi, addirittura circa un paziente su quattro dopo la cura torna ad avere alte aspettative di vita e viene dichiarato guarito. 

 

Advertisement. Scroll to continue reading.

I più alti dati di guarigione, vengono assegnati al genere femminile, probabilmente per via di una più attenta indagine e di una prevenzione più accurata. 

Advertisement. Scroll to continue reading.

Il dato registrato nell’ultimo anno in materia di tumori è sicuramente un dato che fa ben sperare. Infatti nel rapporto cancro 2019, presentato dal ministro della salute, “Si vive più a lungo, nonostante la scoperta della malattia”. 

Advertisement. Scroll to continue reading.

In questa analisi, ci preme sottolineare anche le differenze territoriali, infatti il  dato registrato vede in aumento i casi al Nord e in riduzione tra Centro e Sud.

Advertisement. Scroll to continue reading.

Advertisement. Scroll to continue reading.
https://www.youtube.com/watch?v=GiJ513T7JCk

 

Advertisement. Scroll to continue reading.

L’utilità delle campagne di prevenzione

 

Advertisement. Scroll to continue reading.

La riduzione di neoplasia, trova riscontro probabilmente nelle campagne di prevenzione primaria, che inducono a stili di vita corretti. Il fumo, l’abuso di alcool, la sedentarietà, la dieta povera di verdura e frutta, in diversi casi si presentano come cause principali dei tumori e di recidive. 

Advertisement. Scroll to continue reading.

Per guardare con un cenno di positività al futuro, possiamo auspicare che i dati di questi studi possano essere considerati come riferimento dalla sanità pubblica, per dare speranza a molti che ancora soffrono, per un male che colpisce quasi inevitabilmente ancora tanta gente in ogni fascia d’età. 

Advertisement. Scroll to continue reading.

Le nanotecnologie in aiuto dei tumori

Advertisement. Scroll to continue reading.

Le nanotecnologie che si stanno sperimentando potrebbero essere l’aiuto valido per contribuire alla debellazione o quanto meno al contenimento di questa malattia. 

Advertisement. Scroll to continue reading.

Speciali nanoparticelle di biossido di titanio sono in grado, una volta attivate da microonde, sono in grado di aumentare le concentrazioni nelle cellule tumorali di particolari sostanze, chiamate in gergo reactive oxygen species (ROS), ovvero i radicali liberi. I ROS così aumentati nelle cellule tumorali sembrano causare la morte delle cellule stesse, senza coinvolgere le cellule sane. Ad oggi sono stati già creati particolari mezzi di contrasto, che identificano il tumore con una minuziosa precisione; da qui la possibilità in campo terapeutico di attraversare la parete dei vasi e di arrivare direttamente al tumore. 

Advertisement. Scroll to continue reading.

Le nuove tecnologie hanno permesso di costruire veri e propri “nanoveicoli”, utili a  migliorare la stabilità di alcune molecole e farle arrivare fino all’organo bersaglio.

Advertisement. Scroll to continue reading.

Sperimentiamo per il futuro

Advertisement. Scroll to continue reading.

Senza dubbio la prevenzione è attualmente l’unica arma che possediamo per  tenere a bada questa patologia, così da poter definire come più curabile.

Advertisement. Scroll to continue reading.

Scienza e tecnologia devono fare il loro gioco in questo ambito, magari seguendo la scia di queste sperimentazioni “nanotecnologiche” e chissà che tra qualche tempo, ci ritroveremo a discutere di virtuosismi e validità scientifiche.

Advertisement. Scroll to continue reading.

Comments

You May Also Like

Salute

Ecco un argomento che divide medici, credenti e la società intera: l’eutanasia. Voi chiedereste la vostra morte? Come vivreste la scelta cosciente di un...

Tech

La paura nei confronti della tecnologia è un sentimento che si dilaga sempre di più. È stato accentuato con il lockdown. Molte persone si...

Tech

Ho imparato una cosa, parlare del 5G è pericoloso, molto pericoloso. Dopo aver pubblicato il mio podcast sulle bufale che ruotano intorno a questa...

Salute

Voi credete alle maledizioni? La “maledizione di Tutankhamon” affascina da quando venne scoperto l’inestimabile tesoro del faraone. Affrontiamo un viaggio tra realtà ed esoterismo....

Advertisement