1

Starlink, la costellazione satellitare di SpaceX ha arricchito la propria formazione di altri 58 satelliti.

Starlink, la costellazione di satelliti della società SpaceX di Elon Musk diventa sempre più nutrita grazie al nuovo lancio di sabato che ha portato in orbita altri 58 satelliti.

Un periodo d’oro per la SpaceX ma sopratutto per Musk.

Dopo il grande successo della missione Demo-2 di qualche settimana fa, sabato la rampa di lancio del Kennedy Space Center in Florida ha ospitato un altro razzo Falcon 9 che portava con se ben 58 Starlink e 3 SkySat della società Planet Labs.

Insomma l’intento di SpaceX di diventare una società di trasporti spaziale sta prendendo sempre più forma.

Difatti il Falcon 9 dopo aver “sganciato il pacco” è atterrato sulla piattaforma “Of Course I Still Love You” nell’oceano Atlantico come è avvenuto due settimane fa con il precedente lancio.

112938311 233d22ec 1540 4abb 9358 c2e9d0fd87bf
Il lancio dei satelliti Starlink e SkySat

Ti faccio il prezzaccio

Il motivo per cui SpaceX stia mandando in orbita tutti questi satelliti è noto. L’intento di Elon Musk è di creare una rete satellitare che consenta di creare un reticolato intorno alla terra per creare un servizio di trasmissione dati ultra veloce a disposizione di tutti.

In pratica in un futuro non molto lontano si potrà accedere a internet utilizzando il sistema di comunicazione della SpaceX. Ma c’è di più.

Vi siete chiesti perché i satelliti lanciati sono stati 58 e non 60? Ne mancavano due per fare cifra tonda proprio perché questo lancio è servito anche per mettere in orbita anche 3 satelliti SkySat della società Planet Labs. In pratica Musk a diviso i costi del lancio.

Mi immagino la telefonata: “Senti io nel fine settimana devo portare in orbita dei satelliti, tu devi mandare su qualcosa? perché se vuoi ci organizziamo e smezziamo i costi!”

Battute a parte, l’intento era proprio quello. Continuare a dimostrare che è possibile abbattere i costi delle missioni spaziali, riutilizzando i componenti e usando una singola missione per più scopi.

spacex starlink satellite 1280x720 1
il sistema Starlink permetterà di avere una connessione dati efficiente e globale

Connessione veloce e immagini migliori

Starlink è un progetto ambizioso.

In pratica Musk ha ideato una rete di migliaia satelliti intorno alla terra per portare l’accesso internet satellitare su tutta la terra. La produzione di questi satelliti sta avvenendo in serie e a dei costi bassissimi proprio perché saranno migliaia. 4.425 per l’esattezza.

Oltre a questo, l’intento è anche quello di avviare una produzione di massa per la fornitura di satelliti da vendere ad altre società per scopi militari, scientifici ed esplorativi.

Praticamente sta mettendo su un negozio di satelliti.

Planet Labs invece ha inviato in orbita tre satelliti grandi come una lavatrice perché vuole arricchire il suo parco satelliti con il fine di migliorare il monitoraggio dei cambiamenti terrestri.

Questi satelliti miniaturizzati chiamati Doves (colombe) sono dotata di un telescopio ad alta potenza e di una telecamera che catturano le diverse aree della Terra. Ognuno di questi Doves esegue una scansione continua della Terra inviando i dati raccolti ogni volta che passa sopra una stazione posizionata sulla Terra. 

Questi dati sono molto importanti in quanto permettono il monitoraggio continuo del clima, permettono la previsione della resa delle colture, vengono impiegati nella pianificazione urbana e consentono inoltre la gestione delle catastrofi naturali.

starlink
Immagine dei satelliti Starlink visti dalla terra

Cosa ne penso di Starlink

Questa serie di missioni stanno gettando le basi per un’evoluzione tecnologica fondamentale per l’umanità. Avere un sistema di monitoraggio delle variazioni climatiche ci permetterà in futuro di prevedere con maggiore efficienza le catastrofi ambientali. Prevedere i cataclismi permetterà di salvare molte vite umane.

Non è da poco.

Inoltre avere una rete dati che consenta di accedere ad internet in modo più efficiente e uniforme su tutto il pianeta consentirà di migliorare l’evoluzione culturale di tutti quei popoli che sono rimasti fuori dal progresso scientifico.

Progresso che ha contribuito in tutto questo tempo a salvare vite.

Da qualunque punto lo si guardi, questo lancio è un altro mattoncino verso il miglioramento delle nostre vite. Ovvio che tutto si può migliorare e fare in modo che determinati obiettivi non vengano poi usati con finalità dannose, ma questo è il problema di qualunque evoluzione.

Spetta sempre a noi utilizzare il progresso per fini utili e non dannosi. La radioattività salva quotidianamente vite grazie all’impiego in diagnostica, ma sappiamo tutti che è stata la causa di diverse tragedie.

Sono i lati della stessa moneta. Siamo noi a decidere che lato utilizzare.

Angelo Tropeano
Sono bravo con le parole ma spesso non ne trovo. Cinico e sarcastico ma non per colpa mia.

Gli sconcertanti misteri del lago Vostok

Previous article

Stati generali dell’economia per ripartire

Next article

1 Comment

  1. […] ovunque è quasi fantascientifico. Ma sembra che finalmente ci siamo. Vi ho parlato tempo fa di Starlink ma sembra che stia per portare la sua opera a […]

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

More in Tech