0
https://open.spotify.com/episode/1A2AiwcA3TuA7awkFNib8v?si=Vi7D3yDKTyqIAEW4zqatDQ

La pandemia ci ha costretti a un lungo periodo di immobilità. Ma le attività lavorative non potevano permettersi certo di fermarsi. Ecco che alcune aziende si sono attrezzate dare la possibilità ai propri dipendenti di lavorare da remoto. Il famoso smart working.

Tanti hanno scoperto la chiave della felicità e altri invece darebbero fuoco a chi ha tirato in ballo questo sistema.

Preferisco andare in ufficio

Ho sentito moltissimo parlare male di questo approccio al lavoro. Persone che stavano per sbattere la testa sugli spigoli e che non vedevano l’ora di tornare in ufficio per riprendersi i propri spazi.

Genitori che non sopportavano più i figli, single che si sentivano soli ecc.

Lo smart working ha fatto emergere un lato che ha mio avviso è agghiacciante: il lavoro per alcuni è l’unico momento di svago e socializzazione. Orami siamo stati talmente inghiottiti dalle modalità lavorative vecchie di decenni che il lavoro domina le nostre vite.

Smart working e tecnologia

Quello che abbiamo vissuto non è una condizione normale. Lo smart working è una possibilità che, grazie alla tecnologia, ci permette di riprendere in mano la nostra vita.

Con un pc o un tablet possiamo lavorare da qualunque luogo senza dover sprecare tempo prezioso negli spostamenti. Ovviamente non tutti i lavori possono essere eseguiti in remoto, ma moltissimi si.

Eppure, nonostante questa possibilità, molte persone sono legate inesorabilmente ad una routine che ci priva del tempo peer noi stessi. Alcuni sono legati talmente tanto ad una dottrina lavorativa basata su schemi vecchi come il mondo da non comprendere le enormi potenzialità di questo sistema lavorativo.

La tecnologia viene utilizzata molto più frequentemente per scopi effimeri che per migliorare considerevolmente la nostra qualità di vita.

In questo podcast vi parlerò di smart working e di come questo sistema può giovare alle nostra vite e alla produttività.

Angelo Tropeano
Sono bravo con le parole ma spesso non ne trovo. Cinico e sarcastico ma non per colpa mia.

L’ingombrante ruolo della religione

Previous article

La serietà nel lavoro è la chiave dell’economia

Next article

Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

More in Tech