1

Samsung Galaxy S20 Ultra si posiziona nell’olimpo degli smartphone grazie ad una dotazione hardware mai vista prima tutta insieme contemporaneamente.

Il detto “botte piena e moglie ubriaca ” è perfetto per sintetizzare Samsung Galaxy S20 Ultra.

A mio avviso è il device che segna una nuova epoca per gli smartphone. E’ vero, Samsung è arrivata seconda col lanciare un’ottica da 108 Mpx, in quanto il primo posto del podio lo detiene Xiaomi con il MI Note 10, ma ha decisamente recuperato creando un prodotto che oltre a ciò ha un agglomerato di hardware mai visto prima.

Diciamo subito che se vuoi una Ferrari non la puoi pagare come una Panda, ma credo che in questo caso il prezzo alto sia più che giustificato. Ora vi spiego il perchè.

Design e gruppo ottico

Nella parte frontale lo schermo da 6,9” AMOLED WQHD+ con risoluzione 1.440 x 3.200 pixel a 120Hz. Ciò sicuramente fa capire che questo device non è un semplice smartphone, ma un vero e proprio strumento professionale. Lo schemo è interrotto solo nella parte superiorie dalla fotocamera frontale da 40 megapixel che consente registrazioni video in 4K a 60fps.

Solo con queste poche righe potremmo chiudere questo articolo. Basterebbe già cosi. E invece no.

Giriamo il telefono è troviamo il comparto ottico. A prima vista sembra una miniaturizzazione di un fornello a induzione. Questo fornello però è un vero e proprio concentrato di lenti e fotocamere di altissima qualità.

Troviamo:

  • Una fotocamera da 12MP ultra-grandangolare (fin qui niente di nuovo)
  • La fotocamera principale da 108MP (non è il primo ma ci possiamo passare sopra)
  • Una fotocamera da 48Mp con teleobiettivo e zoom ibrido da 100x con super risoluzione (no, non ho scritto uno zero in più)
  • Una fotocamera di profondità 3D ToF

E non è finita qui. Tutto questo ventaglio ottico permette inoltre di girare video in 8K. Una risoluzione 4 volte maggiore dell’UHD e 16 volte maggiore dell’FHD. Capite perchè ho inizialmente detto che avevamo a che fare con uno strumento professionale? E’ stato abbandonato il concetto di smartphone come lo conosciamo.

Samsung Galaxy S20 Ultra camera labels
Il comparto ottico di Samsung Galaxy S20 Ultra con zoom a 100X

Hardware

Secondo me Samsung, con Galaxy S20 Ultra, ha voluto comunicare al mondo intero “adesso vi faccio vedere io come si fanno gli smartphone”. Non c’è altra spiegazione. Ha voluto decisamente imporre il prorio dominio.

Il suo cuore è una CPU Qualcomm Snapdragon 865. Decisamente un gran cuore. Un chip di fascia altissima che consente di gestire video 8K, slow motion a 960fps in Full HD e in un futuro, non troppo lontano secondo me, di poter integrare sensori d’immagine fino a 200 Megapixel. E’ il meglio, del meglio, del meglio (piccola citazione da MIB).

samsung galaxy s20 ultra 1
Design minimal per il Samsung Galaxy S20 Ultra

Ma perchè fermarsi qui. Perchè non inserire anche una bella camionata di RAM? Samsung Galaxy S20 Ultra è disponibile in 2 versioni, 12 e 16 GB LPDDR5. Non so, solo io sto sbavando pensando a cosa è possibile fare con tutta questa RAM?

Non vi basta? Ok, ora calo l’asso. Memoria da 128 o da 512 GB UFS 3.1 espandibile fino a 1 TB con microSD.

Colpito e affondato direte voi, neanche per sogno. Tutta questa potenza ha bisogno di carburante, tanto carburante. Ecco perchè è stata installata una batteria da 5.000 mAh con fast charging a 45W.

Sono tutto sudato dall’emozione.

Cosa ne penso

In questo caso avrei potuto evitare questa sezione. Mi sembra abbastanza ovvio che ho gli occhi a cuoricino per questo gioiellino. Ma questi occhi a cuoricino si infrangono nel momento in cui leggo il prezzo. La versione da 12 Gb di ram e 128 gb di memoria costa 1.379€, mentre la versione da 16gb di ram e 512 gb di memoria costa 1.549€.

Come premesso, non puoi avere una Ferrari e pagarla come una Panda. E qui non abbiamo una Ferrari, abbiamo una Pagani. Questo “strumento” è il massimo che si può desiderare attualmente nel mercato degli smartphone. Con questo dispositivo altamente professionale e prestante è possibile fare QUALUNQUE cosa. Non ci sono limiti.

Personalmente penso che in commercio ci siano smartphone vicini a questo prezzo che non valgono un decimo di questo Galaxy S20 Ultra. Ma non vi dirò mai quali sono, tanto lo avete già capito.

Angelo Tropeano
Sono bravo con le parole ma spesso non ne trovo. Cinico e sarcastico ma non per colpa mia.

“Pale Blue Dot”: lo scatto del pianeta Terra

Previous article

In Sicilia nuove soluzioni per l’emergenza rifiuti. Ma non è tutto oro quel che luccica

Next article

1 Comment

  1. […] portare avanti la tradizione. Visto che la nuova linea S20 punta al cielo, specialmente con il Galaxy S20 Ultra, non potevano mancare degli auricolari di livello altrettanto alto. Ecco quindi nascere le Samsung […]

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

More in Tech