0
https://open.spotify.com/episode/15w8fiGRLoYI2Ij72sc59T?si=mjCCEDUbRw6Kj5xVx3j93Q

La peste é stata la causa di alcune delle epidemie più gravi della storia. Quella del 1300 e del 1600 sono le più ricordate. Sembrava davvero che fosse arrivata l’Apocalisse in Terra

Che cos’è la peste?

La peste è una malattia causata dal batterio Yersinia pestis che si trova sulla pelle di alcuni roditori e il cui veicolo di trasmissione è il morso di una pulce infetta. Ne esistono 3 tipi:

  • peste bubbonica. Ha origine tramite morso cutaneo. I leucociti smaltiscono il batterio tramite il sistema linfatico in vuoi questo, però, continua a sopravvivere. Questo porta all’ingrossamento dei linfonodi che contengono sangue e tessuto epidermico necrotizzato
  • peste setticemica. È una complicazione della peste bubbonica. Si verifica quando i linfonodi non sono più in grado di contenere l’infiammazione e il patogeno viene trasportato nei tessuti tramite il sangue
  • peste polmonare. Colpisce le vie respiratorie e si trasmette da uomo a uomo tramite saliva infetta.

Le epidemie

Sono diverse le epidemie di peste nella storia, anche sa qualcuna di queste è stata erroneamente catalogata così a causa del modo di usare la parola “peste”, termine per indicare sventura. Le epidemie più gravi nella storia sono state quelle del 1300, la quale uccise 1/3 della popolazione europea, e quella del 1600, tragico sfondo a “I promessi sposi” di Alessandro Manzoni.

Poveglia: “l’isola del male”

Poveglia è un’isola situata nella laguna veneta. È stata considerata l’isola più infestata al mondo. Qui, tra il 1700 e il 1900, venivano messi in quarantena uomini e merci. Successivamente il luogo diventò meta per i malati di peste emarginati dalla società. Ora l’isola è abbandonata e vi è vietato recarcisi. Questo, però, non ha impedito ad alcuni temerari di visitarla. Il famoso format statunitense “Ghost Adventures” ha dedicato una puntata, considerata una delle più belle della serie. Che crediate o meno al paranormale, è indubbio che Poveglia sia un luogo misterioso e inquietante.

Pochi mezzi

La conoscenza delle causa dell’epidemia e i mezzi per arginarla erano a dir poco scarsi. I dottori usavano inquietanti maschere con becco in cui venivano inserite erbe medicamentose. Venivano usate candele per purificare l’aria e a Firenze, ad esempio, si usava l’aceto per disinfettare le monete e si passavano i viveri tramite aperture nei muri.

Un’immagine dell’inquietante maschera usata dai dottori

Vaccini e scioglimento del permafrost

Oggi, a causa del periodo che stiamo vivendo, siamo maggiormente sensibili ad alcuni argomenti. La scienza ci sta dimostrando che, in poco tempo, può essere creato un vaccino capace di salvare milioni di vite. Una questione importante riguarda lo scioglimento del permafrost. Qui, infatti, sono rimasti intrappolati patogeni molto pericolosi come la peste e l’antrace. Oltre a tutelare il pianeta dal punto di vista ambientale, sarebbe importante pensare ad evitare una catastrofe biologica.

Monica Giulia Cantù
Classe 1997. Laureanda in lettere moderne e contemporanee all'Università di Torino. Articolista. Appassionata di musica, scrittura, cinema, pittura, letteratura e scienza. "Tutte le cose sono belle in sé, e più belle ancora diventano quando l'uomo le apprende. La conoscenza é vita con le ali" (Khalil Gibran).

Quando la “nobile” Scienza diventa un’arma mortale

Previous article

Le auto elettriche faranno collassare il mercato, parola di Akido Toyoda

Next article

Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

More in Salute