Connect with us

Hi, what are you looking for?

Scienza

Nazismo: la “scienza” durante il Terzo Reich

Durante il nazionalsocialismo, o più brevemente nazismo, il regime millantava di applicare un metodo scientifico per giungere alla “purezza della razza“. Questo processo portò, tra le varie atrocità, al rapimento di bambini e a esperimenti disumani.

La folle politica del Terzo Reich

Uno dei motivi per cui ci ricordiamo più facilmente del nazismo piuttosto che di altre dittature che hanno causato anche più morti è il fatto che il Terzo Reich basava gran parte della sua battaglia a combattere il diverso. Il nazismo puniva chi era considerato diverso fisicamente oltre che politicamente. Questo è un esempio del perché, tante volte, il comunismo, pur avendo istituito regimi totalitari in Russia, Cina, Cambogia e Corea, viene in qualche modo considerato meno drastico proprio a causa di alcuni presupposti di base: il comunismo affermava di voler abbattere le differenze sociali, il nazismo voleva sterminare gli ebrei perché considerati economicamente pericolosi e non affini ai modelli di perfezioni voluti da Adolf Hitler. Oltre che la politica qui c’è un fattore estetico.

Il “Mein Kampf”

Il “Mein Kampf“, letteralmente “La mia battaglia” fu scritto da Adolf Hitler dopo il suo arresto per il tentato colpo di stato a Monaco avvenuto tra l’8 e il 9 novembre del 1923. In questo libro contiene riferimenti molto chiari alla lotta all’ebraismo e alla costituzione di una “razza ariana“, una “razza superiore” costituita dai popoli europei e dell’Asia occidentale.

Advertisement. Scroll to continue reading.

Ricordiamoci che Hitler è stato votato e il popolo tedesco vedeva in lui il salvatore, quindi Fuhrer era un folle, ma alle spalle aveva un’intera nazione che lo idolatrava.

Heinrich Himmler

Heinrich Himmler era ministro degli Esteri. Considerato il braccio destro di Hitler insieme a Hermann Goering, Himmler era determinato a creare “un’elite ariana” i cui membri avrebbero dovuto avere preferibilmente tipici tratti caucasici: occhi e capelli chiari.

La formazione di “un’elite ariana” ci fa quasi sorridere perché in un regime che basava molta della sua politica sull’aspetto e sull’antisemitismo troviamo un ministro degli Esteri che assolutamente non corrisponde ai canoni della “razza ariana” e un Fuhrer che probabilmente aveva origini pseudo-ebree. Un po’ grottesco, non trovate?

Advertisement. Scroll to continue reading.

Il “Progetto Lebensborn”

Il “Progetto Lebensborn“, letteralmente “Progetto di sorgente di vita” prevedeva l’accertamento ariano delle forze militari tedesche e l’incremento della popolazione tedesca in un brevissimo arco di tempo. Alcuni paesi europei come la Norvegia, il Belgio, i Paesi Bassi venivano considerati puri. Donne di queste nazionalità, considerate sane e capaci di procreare i figli della Germania nazista, venivano invogliate a fare figli per poi partorire in anonimo e donare il proprio figlio al Reich. Spesso le donne intrattenevano rapporti occasionali con i militari tedeschi e per questo venivano chiamate “puttane dei crucchi“. La cosa è poi degenerata arrivando alla sottrazione di bambini considerati geneticamente forti alle loro famiglie.

La donna del Terzo Reich

La donna nel Terzo Reich era collocata poco sopra gli ebrei e sotto “l’uomo ariano”. Ella doveva essere sana, forte e geneticamente pura per essere giudicata capace di procreare, ma poi, a livello sociale, non aveva alcuna importanza. Già nel “Main Kampf” troviamo riferimenti alla sottomissione sociale della donna e il Fuhrer stesso, pur affermando di essere sposato con la Germania, aveva una compagna, Eva Braun, la quale era tenuta a chiamarlo “Mein Fuhrer” anche nei momenti di intimità.

Le donne costituivano una parte importante dell’elettorato di Hitler, ma il loro ruolo nella società era a dir poco limitato: dovevano procreare, allevare i figli, potevano essere invogliate a rimanere incinte per donare il proprio figlio alla Germania e venivano anche chiamate puttane.

Advertisement. Scroll to continue reading.

Gli “scarti” della società

Gli “scarti” della società, oltre a ebrei, zingari, prigionieri politici erano i malati mentali e i deformi. Con l’avvento dei campi di concentramento, i menomati mentali e fisici venivano uccisi o sottoposti a sperimentazioni “scientifiche”. Questo ci riporta all’antichità, quando gli Spartani gettavano da una rupe i bambini nati “malati”.

Ecco che quindi ci troviamo in epoche lontanissime, ma il peso che un malato fisico e mentale potrebbe ipoteticamente portare alla società arrogava automaticamente il diritto di eliminarli.

Mengele, “l’angelo della morte”

Un fatto che tutti purtroppo conosciamo sono le atrocità compiute da Josef Rudolf Mengele. Egli, “medico” nel campo di concentramento di Aushwitz, vide un’occasione irripetibile: sperimentare, uccidere, sezionare, operare per giungere a sconclusionate teorie senza essere perseguito penalmente. Diversi fisicamente, come nani e deformi, venivano da lui usati per esperimenti umani anche se le sue cavie umane preferite erano i bambini, soprattutto i gemelli, meglio se omozigoti.

Advertisement. Scroll to continue reading.

La medicina ha da sempre proseguito per tentativi per giungere a cure efficaci, ma uno dei motivi che ha reso il nazismo una dittatura così brutale è l’incontrollabile desiderio di uccidere e di far soffrire, perché, per quanto Mengele millantasse scoperte mediche, i fatti parlano chiaro e dicono cose diverse. Pensate che una volta supervisionò un’operazione per attaccare due persone creando un gemello siamese artificiale, come una specie di moderno Frankenstein, insomma.

Questa non è medicina, non è scoperta, non è curiosità…è puro desiderio di uccidere.

Advertisement. Scroll to continue reading.

Classe 1997. Laureanda in lettere moderne e contemporanee all'Università di Torino. Articolista. Appassionata di musica, scrittura, cinema, pittura, letteratura e scienza. "Tutte le cose sono belle in sé, e più belle ancora diventano quando l'uomo le apprende. La conoscenza é vita con le ali" (Khalil Gibran).

Comments

You May Also Like

Tech

Ci sono molti modi per essere utili all’umanità. E sicuramente la stampante 3D è uno di questi modi. Il vero problema è che questo...

Salute

L’ayahuasca, letteralmente “liana degli spiriti” è un infuso a base di piante capaci di indurre effetti purganti e psichedelici Le componenti dell’ayahuasca L’ayahuasca è...

Salute

La medicina, negli ultimi anni, ha compiuto passi da gigante. Quali erano i rimedi che venivano impiegati quando la conoscenza delle tecniche e della...

Salute

A quanto pare la dipendenza da oppiacei negli Stati Uniti è un problema molto serio. E, per risolvere questa situazione, alcuni ricercatori hanno chiesto...

Advertisement