Connect with us

Hi, what are you looking for?

Salute

Medicina: 10 bizzarre cure dal passato

La medicina, negli ultimi anni, ha compiuto passi da gigante. Quali erano i rimedi che venivano impiegati quando la conoscenza delle tecniche e della risposta fisica non erano ancora così conosciute?

Clisteri con i fumi del tabacco

Oggi gli effetti dannosi del fumo sono noti a tutti, ma un tempo questo veniva adottato per le tecniche della medicina più disparate. Nel 1700 si credeva che fosse l’intestino l’ultimo organismo a rimanere in vita. I pazienti in bilico tra la vita e la morte venivano curati con l’immissione di fumo nell’intestino tramite un “soffietto rettale”. Dal 1740 questo metodo venne usato per rianimare le persone vittime di annegamento, al posto della “moderna” respirazione bocca a bocca; ma anche per curare mal di teste, ernie, crampi addominali e addirittura colera.
Si credeva, infatti, che tramite insufflazioni di fumo attraverso l’intestino, si potessero ripristinare i polmoni. Nel 1811 si scoprirono gli effetti nocivi del fumo sul cuore e gli insoluti kit “salvavita” vennero abbandonati.

Pomate a base di mercurio

Anche se gli effetti tossici del mercurio erano già noti ai Romani, questo metallo liquido venne impiegato come rimedio in medicina fino all’epoca moderna. Esso infatti veniva impiegato come antisettico e inserito come ingrediente di cosmetici e pomate. A coloro che si ammalarono di sifilide, prima dell’avvento della penicillina, nel 1940, venivano prescritti unguenti per uso locale o pastiglie a base di mercurio. Non soltanto non si raggiungeva il risultato sperato, ma i danni creati dall’assunzione di mercurio erano evidenti: danni a fegato, reni, sistema nervoso, perdita dei denti fino a giungere alla morte. Si pensa che l’imperatore cinese Quin Shi, vissuto tra il 246 e il 221 a.C., nel tentativo di raggiungere l’immortalità, abbia assunto pillole di mercurio che non ebbero altro effetto se non quello di avvelenarlo.

Advertisement. Scroll to continue reading.

Sciroppo per lattanti a base di morfina

Nei primi anni del 1900 non era insolito somministrate oppiacei per curare raffreddori, insonnia, crescita dei denti e crampi mestruali. Per fare addormentare il proprio figli, infastidito dai dolori creati dalla crescita dei denti, ad esempio, si ricorreva a sciroppi a base di morfina o simili. La Mrs. Winslow’s Soothing Syrup commercializzò in Inghilterra e Stati Uniti d’America questo tipo di prodotto per neonati fino al 1930.

Acqua radioattiva

Durante i primi anni del 1900 non era insolito trovare ampolle contenenti acqua radioattiva, ritenuta curativa per malattie mentali e come antinvecchiamento per la capacità di “stimolare l’attività cellulare”. L’acqua radioattiva venne usata come ingrediente primario di dentifrici, supposte e contraccettivi.

Sanguisughe

Altro metodo molto usato nella medicina fino a poco tempo fa riguardava l’impiego di sanguisughe. Per millenni sono stati usati questi animali parassiti, ma l’uso più massiccio di questa tecnica di cura si registra nell’età vittoriana (1700-1800). Sì credeva che le sanguisughe sottraessero il “sangue sporco” dal corpo e gli impieghi erano molteplici: cura di malattie polmonari, di epistassi e di ferite a rischio cancrena. In alcuni paesi del mondo questa applicazione è ancora usata nel campo della medicina estetica e per controllare gli eccessi di ferro nel sangue.

Advertisement. Scroll to continue reading.

Urinoterapia

L’urina, nonostante le proprietà antimicrobiche, non è affatto una cura sana. Eppure bere la propria urina è stato considerato per millenni (ancora oggi lo è in alcune parti del mondo) un ingrediente fondamentale della medicina. Essa veniva usata contro acne, emicranie, cancro e asma. L’urina, nonostante sia ritenuta un rimedio efficace contro le punture di insetti e meduse, rischia soltanto di infiammare la pelle.

Sedie rotanti

Le antenate di quelle sedie che oggi usano gli astronauti per le esercitazioni spaziali, vennero usate in a lungo all’interno degli istituti psichiatrici per “curare” i malati che venivano legati e fatti girare fino allo svenimento. Il trattamento era accompagnato da purghe, docce ghiacciate e lobotomie.

Vibratori per donne

Gli antichi oggetti del piacere femminile venivano usati per la cura dell’isteria, cioè attacchi nevrotici molto intensi ricondotti ad un malfunzionamento dell’utero. La cura più usata fu quella del 1800: il pavimento pelvico delle donne veniva massaggiato fino al raggiungimento del “parossismo isterico” (orgasmo). Verso la fine XIX secolo comparvero i primi vibratori elettrici, i quali venivano adoperati per la stessa cura.

Advertisement. Scroll to continue reading.

Trapanazione del cranio da svegli

Una tecnica usata fin dal Mesolitico riguarda la trapanazione del cranio. Questa aveva lo scopo di allontanare gli spiriti malvagi dal paziente. Vi sono dei casi di pazienti sopravvissuti: ciò era possibile a patto che il dottore non colpisse il cranio troppo forte.

Cannibalismo

Nell’antichità si pensava che tramite resti di persone morte si potessero acquisire dei benefici fisici. Infatti venivano adoperate polveri di mummie egizie per curare mal di testa, arti di defunti per i dolori muscolari e sangue di gladiatori per curare l’epilessia. Il concetto di base si rifaceva al concetto dell’anima “guaritrice” dei defunti.

I progressi della medicina

Oggi, leggendo tali cure, ci viene da sorridere, inorridire o pensare: “Ma come facevano a credere in una cura del genere?”. La verità e che, guardano al passato, molte pratiche e credenze risultano oggi errate a causa dei grandi progressi. Probabilmente, questo processo di affinamento medico continuerà e forse in futuro guarderemo ai giorni nostri chiedendoci perché avessimo adottato certe cure mediche ed estetiche.

Advertisement. Scroll to continue reading.

Classe 1997. Laureanda in lettere moderne e contemporanee all'Università di Torino. Articolista. Appassionata di musica, scrittura, cinema, pittura, letteratura e scienza. "Tutte le cose sono belle in sé, e più belle ancora diventano quando l'uomo le apprende. La conoscenza é vita con le ali" (Khalil Gibran).

Comments

You May Also Like

Scienza

Durante il nazionalsocialismo, o più brevemente nazismo, il regime millantava di applicare un metodo scientifico per giungere alla “purezza della razza“. Questo processo portò,...

Scienza

Ecco un argomento che da sempre infiamma il dibattito scientifico e non solo. Siamo davvero soli in questo universo? Proviamo ad analizzare insieme alcuni...

Tech

Ci sono molti modi per essere utili all’umanità. E sicuramente la stampante 3D è uno di questi modi. Il vero problema è che questo...

Scienza

Scienza e religione sono da sempre considerate una agli antipodi dell’altra. La fede, per molto tempo, si è sentita minacciata dall’avanguardia della scienza e...

Advertisement