0
https://open.spotify.com/episode/349TCMuwseXqfZpkzqP6sC?si=ZP6tYS0rQ4uRV2HPtVcy4w

Alcuni di voi ricorderanno Lucy, l’australopithecus rinvenuto in Etiopia che mostrava la conformazione ossea di una donna a metà tra la scimmia e un ominide. Rappresentò una scoperta fondamentale per creare la catena dell’evoluzione umana.

Una pietra fondamentale per l’edificazione del concetto di evoluzione. Ecco perché è stata chiamata Lucy, la prima scuola dove viene insegnato il rispetto per l’intelligenza artificiale. L’ennesimo passo evolutivo dell’uomo.

Lucy sale in cattedra

Forse non tutti riusciranno a capire l’importanza di creare una scuola dove si prende coscienza e si impara il rispetto verso l’intelligenza artificiale. Non si tratta di fargli carezze e di parlargli educatamente. Anche perché rinunciare alle supercazzole con Siri e Google sarebbe una violenza nei confronti di noi imbecilli.

Si parla di educare le persone ad una nuova fase evolutiva, quella dell’intelligenza artificiale appunto. Che piaccia oppure no è il nostro futuro. Sia il mondo scientifico che quello tecnologico ha impostato la rotta di navigazione in quella direzione. E l’evoluzione di questa nuova fase dell’umanità oramai è irreversibile.

L’educazione è importante, sempre

Basandosi su questi concetti Ammagamma e l’Istituto Comprensivo 3 Mattarella di Modena hanno dato vita a Lucy, la prima scuola sperimentale di intelligenza artificiale per gli istituti secondari di primo grado.

L’obiettivo è semplice quanto complesso: educare giovani e adulti a comprendere il grande valore e insegnare ad utilizzare i dati e le tecnologie di intelligenza artificiale.

Visto che sempre più saranno presenti nelle nostre vite è bene che tutti noi cominciamo ad imparare ad utilizzarle in modo consapevole e responsabile.

La consapevolezza per combattere la paura

Spesso sentiamo parlare di paura nei confronti dell’IA per svariati motivi. La loro capacità di sostituire l’uomo in diverse mansioni, la possibilità di evolversi in modo autonomo ecc. Ma per evitare che questa evoluzione ci sfugga di mano, c’è bisogno di comprenderla fino in fondo e di rispettarla.

In questo podcast parleremo di questo punto evolutivo fondamentale per le nostre vite.

Angelo Tropeano
Sono bravo con le parole ma spesso non ne trovo. Cinico e sarcastico ma non per colpa mia.

Gli “anti”: quando mettere in discussione la scienza diventa pericoloso

Previous article

I rider saranno finalmente considerati lavoratori

Next article

Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

More in Tech