0
https://open.spotify.com/episode/7b7WAHx17eNJFya2mYgRLx?si=KVMq7Y5WTIeZi-cRycJjZQ

Il problema della natalità è davvero grande e incombente. Economia, società e futuro dipendono dalle nuove generazioni e bisogna imparare a tutelarle e a sostenerle.

Un “paese vecchio”

Il mondo sta invecchiando e questo è un dato di fatto, ma come farà l’economia a progredire? La forza lavoro è data dalla fascia di popolazione più giovane sia a causa dell’inevitabile invecchiamento fisico sia perché ad una certa età è giusto godersi i frutti del proprio lavoro. Il mondo è un continuo ricambio generazionale, ma il desiderio di “immortalità” che caratterizza l’uomo contemporanea rischia di sfuggirci di mano.

Diversi problemi

Oltre alla grande percentuale di anziani, i giovani si sposano tardi e fanno meno figli perché mantenere un figlio costa. C’è inoltre un problema culturale. È indubbio che alcuni estremisti islamici siano convinti di sopraffare l’occidente cattolico (chiamato così a causa delle sue radici storiche e culturali) numericamente.

l’Italia: due record negativi

l’Italia è il paese con il più alto numero di anziani e il più basso numero di nuovi nati ogni anno. Si è stimato che progredendo di questo passo, entro fine secolo gli italiani saranno solo 30 milioni. Questo pone un problema economico, sociale e culturale non indifferenti. Le famiglie d’Italia non ricevono aiuti dallo stato per mantenere i figli (cosa che invece avviene in Francia).

Tutelare il futuro

Il calo della natalità é un problema grave. Bisogna tutelare il futuro del pianeta e il futuro dei nostri discendenti. Ormai l’egoismo ha preso il sopravvento, ma è necessario aiutare le nuove generazioni già vessate da pregiudizi e fatiche legate alla società e al lavoro.

Monica Giulia Cantù
Classe 1997. Laureanda in lettere moderne e contemporanee all'Università di Torino. Articolista. Appassionata di musica, scrittura, cinema, pittura, letteratura e scienza. "Tutte le cose sono belle in sé, e più belle ancora diventano quando l'uomo le apprende. La conoscenza é vita con le ali" (Khalil Gibran).

Olimpiadi italiane di informatica, terminata la XX edizione

Previous article

Miniere di litio: controsenso dell’energia verde

Next article

Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

More in Scienza