Connect with us

Hi, what are you looking for?

Scienza

Le zanzare mutanti

Le zanzare mutanti

Avete presente quelle belle sere d’estate, quando decidete di fare un barbecue all’aperto con gli amici e alla fine vi ritrovati tutti a discutere della stessa cosa? “Maledizione queste zanzare!”. In questo articolo parleremo dello studio delle zanzare mutanti.

Storia delle zanzare

Le zanzare sono esseri antichissimi, probabilmente vissute già al tempo dei dinosauri. Nei millenni la zanzara si è mostrata molto versatile, adattandosi in diversi luoghi della terra, troviamo questi insetti dall’Africa alla Russia. Si calcolano circa tremila specie differenti di zanzare in tutto il mondo, d’altra parte per sopravvivere necessitano di poco, acqua e sangue. 

Non tutte le zanzare però, sono affascinate dal sangue, infatti i maschi della specie, li potremmo definire apatici verso il liquido rosso che pulsa nelle nostre vene, loro a differenza delle femmine si nutrono esclusivamente di nettare. Hanno anche caratteristiche fisiche molto differenti, come per esempio la grandezza, il maschio è più piccolo rispetto alla femmina e ha le antenne piumate, la femmina invece la si riconosce anche dal suono, muovendosi molto più rapidamente del maschio sbatte le ali velocemente, emettendo quel suono poco gradevole che spesso in estate ci fa passare notti insonni. La durata di vita di questi insetti non è molto elevata, le femmine vivono circa uno o due mesi (a meno che qualcuno non le faccia fuori prima), i maschi molto meno. 

Advertisement. Scroll to continue reading.

Le zanzare una volta attaccata la preda, per deporre le uova cercano posti umidi in cui vi è acqua stagnante, è per questo che in zone umide e paludose il rischio di essere punti è maggiore. 

La zanzara maschio è più piccola della femmina e ha antenne piumate

Come scovano le loro prede?

Le zanzare per scovare le loro prede, utilizzano l’olfatto e cercano il calore del corpo e anidride carbonica. Per prelevare sangue al loro nutrimento impiegano circa tre minuti, in un processo piuttosto complesso. La proboscide formata da sei stiletti tra cui alcuni molto affilati, al punto che gli scienziati si sono ispirati alla proboscide delle zanzare per creare aghi sottili e indolore. Durante il corso del processo vi sono due fenomeni, quello di succhiare il sangue dalla pelle e quello di iniettare saliva ricca di enzimi che fungono da anestetizzante ai quali molti esseri umani sono allergici, infatti sono rari gli individui che non sentono prurito dopo un pizzico. 

Laboratori e natura 

Recentemente sulla Scientifc Reports una ricerca attacca in qualche modo Oxitec la società che sta effettuando questi studi, poiché espone un risultato piuttosto allarmante, ovvero la sopravvivenza delle zanzare geneticamente modificate con la possibilità di riprodursi mettendo al mondo figli in buona salute in grado di raggiungere la maturità sessuale. Una pubblicità per Oxitec piuttosto riluttante. Per tutto il mondo, ovviamente un disastro!

Molti studiosi  hanno confermato che era da aspettarselo un determinato risultato, anche se non è ancora certa l’incidenza che hanno queste zanzare mutanti nel riprodursi o meno e quale effetto possano avere sui nuovi geni, va considerato l’eventualità dell’errore, infatti le prove che vengono fatte  in natura difficilmente rispecchiano gli esami di laboratorio. 

Advertisement. Scroll to continue reading.

Lo studio rivela anche la probabilità che le zanzare geneticamente modificate, possano sviluppare una forte resistenza agli insetticidi e un rischio più alto di trasmettere malattie.

Non tutti gli esseri viventi hanno un cuore

Oxitec ovviamente si è scagliata contro queste tesi, probabilmente non si tratta del mero sfogo di una società che ha a cuore una determinata ricerca, evidentemente quello che fa imbestialire Oxitec è il movimento economico che gira intorno a questa analisi. A finanziare questo progetto è niente poco di meno che il geniale fondatore della Microsoft, Bill Gates. Investendo oltre 4 milioni di dollari, per produrre zanzare maschio che uccidano le femmine e rallentino il diffondersi della malaria. 

Il dato di fatto è che le zanzare mutanti esistono anche se non conosciamo ancora il fenomeno che possono generare a contatto con quelle naturali. Il mondo di oggi tra gas serra, cambiamenti climatici e esseri geneticamente modificati non ci entusiasma affatto. Certo è che abbiamo a cuore tutte le specie viventi però un’attenta valutazione, da parte di certi “geni” per quanto concerne determinati esperimenti, sarebbe gradita. 

Advertisement. Scroll to continue reading.
Comments

You May Also Like

Salute

Siete davvero sicuri di sapere? Ci hanno davvero detto tutto? Non credo…Analizziamo un articolo che scrissi in precedenza, fatti sospetti e facciamo nuove considerazioni...

Ambiente

L’Overshoot Day, letteralmente il “giorno del superamento“, indica una data in cui, se tutto il mondo assumesse lo stile di vita italiano, le risorse...

Ambiente

La natura ha una capacità di adattamento straordinaria. Un verme nematode è in grado di “programmare” la sua morte affinchè il resto della colonia...

Protagonisti

Bill Gates in queste settimane è stato al centro di diverse discussioni per il suo discorso “profetico” tenuto al TED del 2015 Sicuramente in...

Advertisement