1
https://open.spotify.com/episode/6YpUPorPnFDAJQKhgc3Zva?si=qWX4DOMGTwS1Ocl88Xp-lA

Ci risiamo. Il Deep Nude è tornato a far parlare di se.

Sembra ieri che eliminavano tutte quelle app che consentivano di denudare le vostre foto, ma da qualche tempo sono tornati bot che hanno sostituito quelle app.

Per quei pochi che non conoscessero il Deep Nude, si tratta di una tecnologia che consente letteralmente di spogliare le foto di donne. E no, non foto in bikini ma anche foto in cui ci sono donne che indossano un cappotto.

Il deep nude e l’IA

Il deep nude è il lato oscuro dell’intelligenza artificiale. Infatti questa tecnologia è resa possibile dall’intelligenza artificiale. Ricordate gli occhiali a raggi X che venivano venduti sull’Intrepido? Ecco, la stessa cosa ma senza occhiali e senza fregatura.

Questa tecnologia permette di ricostruire il corpo della donna nella foto senza vestiti e tenendo conto di particolari essenziali per la ricostruzione. Le linee del corpo, l’etnia, i tratti somatici, il colore dei capelli ecc.

La app che fece il botto di illegalità

Ricordo ancora quando uscii questa app nel 2019. Per l’esattezza era il 23 giugno. In poche ore dalla pubblicazione nei vari app store ha avuto oltre mezzo milione di download.

Questa app funzionava solamente con immagini di donne. Ovviamente erano tutti dei fake ma che risultavano molto realistici.

Chiaramente questo, oltre che essere degradante nei confronti del genere femminile, era anche illegale. Nessuna delle vittime aveva dato il proprio consenso al fotoritocco e così moltissime donne si sono ritrovate nude in rete senza saperlo.

Calmate i bollenti spiriti

Personalmente non capisco a che pro realizzare una app o impiegare l’intelligenza artificiale per un fine così ignobile. Tralasciando che se hai voglia di nudo femminile, esistono siti specializzati, che tutti conosciamo, al cui interno ci sono solo donne consenzienti. Ma l’idea di spogliare delle foto di donne a loro insaputa è da pervertiti.

In questo podcast parleremo dei lati oscuri dell’IA e delle persone che frequentano il web.

Angelo Tropeano
Sono bravo con le parole ma spesso non ne trovo. Cinico e sarcastico ma non per colpa mia.

Il voodoo e il rituale della zombificazione

Previous article

Le Lavoratrici sono le più penalizzate dal Coronavirus

Next article

1 Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

More in Tech