Connect with us

Hi, what are you looking for?

Scienza

Evoluzione: 10 cose che credevi fossero vere

L’evoluzione è uno degli argomenti scientifici più dibattuti della storia. Da secoli gli studiosi cercano prove e costruiscono teorie per determinare quale sia la vera storia evolutiva dell’uomo e non solo. Charles Darwin è considerato il padre della teoria dell’evoluzione tramite selezione naturale. Ecco però alcune convinzioni diffuse e scorrette.

Charles Darwin: vita di uno studioso

Un’immagine di Charles Darwin

Charles Darwin nacque il 12 febbraio del 1809 a Shrewsbury (Inghilterra). Egli fu biologo, naturalista, antropologo, geologo ed esploratore. Il suo contributo più grande fu la formulazione della teoria evoluzionistica di specie animali (anche domestici) e vegetali tramite selezione naturale. La sua teoria dell’evoluzione venne pubblicata nel libro “L’origine della specie per selezione naturale”, suo lavoro più noto. Molti dei dati raccolti furono ricavati dai suoi viaggi intorno al mondo sulla nave HMS BEAGLE e specialmente dalla sua sosta alle isole Galápagos.

La sua opera venne molto apprezzata dalla comunità scientifica. Nel suo libro, inoltre, lo studioso fornisce una lunga argomentazione di osservazioni dettagliate, deduzioni e conclusioni sulle diverse obiezioni mosse alla sua teoria.
Il darwinismo, ovvero la teoria evoluzionistica elaborata da Darwin, e il darwinismo sociale, riguardante lo studio delle società umane, hanno rivoluzionato definitivamente il pensiero moderno circa l’evoluzione, l’adattamento e la sopravvivenza delle diverse specie viventi, in particolare l’uomo.
Chales Darwin morì il 19 aprile del 1882 a Londra.

Nel 2009, a duecento anni dalla nascita di Darwin, la Chiesa Anglicana si scusò per non aver compreso pienamente la teoria dell’evoluzione. È stato inoltre istituito il Darwin Day, una celebrazione a cadenza annuale che viene festeggiata il 12 febbraio (data di nascita di Darwin) di ogni anno. La tradizione è nata subito dopo la morte dello studioso in Inghilterra e Stati Uniti d’America e continua ancora oggi in tutto il mondo.

Diversi sono i riconoscimenti ottenuti da Darwin:

Advertisement. Scroll to continue reading.
  • nel 1953 ricevette la Medaglia Royal della Royal Society
  • nel 1858 ricevette la Medaglia Wollaston della Geological Society
  • a lui è stato intitolato il Darwin Collage di Cambridge

Il principio dell’evoluzione di Darwin

I principi dell’evoluzione elaborati da Charles Darwin sono molto chiari. Le specie viventi si modificano nel corso del tempo e la selezione naturale agisce sulle diverse popolazioni costituite da individui tutti differenti tra loro.

1. L’evoluzione è solo una teoria?

e no. L’evoluzione è un dato di fatto, ma al tempo stesso è anche una teoria scientifica. Qui però la parola “teoria” va associata a un diverso significato. Generalmente, per teoria, si intende una speculazione senza un fondamento solido e spesso basata su prove non molto attendibili. Tutt’altro significato assume invece per la scienza. Una teoria scientifica, infatti, indica una spiegazione completa e confermata di aspetti del mondo naturale raggiunta mediante applicazione del metodo scientifico (che consiste in differenti passaggi: osservazione del fenomeno, ipotesi, previsione, esperimenti, risultati, interpretazioni e conclusioni, formulazione di una teoria scientifica).

Una teoria, quindi, permette di spiegare aspetti ancora sconosciuti e concede anche, ovviamente nel limite del possibile, di “predire il futuro”. La teoria dell’evoluzione, oltre alla selezione naturale, comprende molti altri aspetti: la selezione sessuale (basata sulla capacità di riprodursi che hanno alcuni individui rispetto ad altri della stessa specie) e la deriva genetica (componente dell’evoluzione di una specie dovuta a fattori casuali), ad esempio, la completano.

2. La teoria dell’evoluzione è la legge del più forte?

No. Troppo spesso si sente dire che l’evoluzione giustifica l’aggressione e la sopraffazione di alcuni individui di una data specie su altri di specie differenti perchè è così che funziona “la legge del più forte”. Questo concetto, in realtà, è estraneo alla scienza. Gli individui più adatti alla sopravvivenza non sono i più aggresivi o i più dotati fisicamente, ma coloro che si riproducono in maggior numero e nel modo migliore. Ad esempio conigli, lepri e roditori non hanno le capacità per sovrastare un predatore certamente più grande e aggressivo di loro, eppure sono tra le specie di mammiferi più diffuse sul pianeta terra.

Schema dell’evoluzione delle specie animali

3. L’evoluzione è un fenomeno che riguarda solo il passato?

No. I biologi hanno studiato e descritto molti cambiamenti evolutivi nel momento in cui avvenivano. I coniugi e biologi evolutivi, i signori Grant, ad esempio, hanno studiato una ristretta popolazione di un particolare uccellino chiamato “fringuello di Darwin” che vive sull’isola Daphne Mayor facente parte dell’arcipelago delle Galápagos. I Grant si sono accorti che nel corso dei decenni, questa specie è mutata.

Altro esempio molto conosciuto riguarda la resistenza agli antibiotici sviluppata dai batteri che avviene continuamente e in tutto il mondo.
Anche l’uomo, nonostante affermazioni di alcuni biologi, non ha smesso di evolversi e non smetterà mai. Ecco dunque confermato che l’evoluzione non è solo un processo valido limitatamente per alcuni esseri del passato come i famosi dinosauri.

Advertisement. Scroll to continue reading.

4. L’evoluzione è un processo che ha uno scopo?

Un fringuello di Darwin

No. Per molti l’evoluzione è equiparabile a una lunga strada che comincia da un passato lontano e ha come fine la nascita della specie umana (o di specie ancora più evolute). Il processo stesso dell’evoluzione, però, per come è stato spiegato da Darwin e per come è stato approfondito dagli evoluzionisti, si basa esclusivamente sull’efficacia di comportamenti o adattamenti particolari che permettono la sopravvivenza in ambienti particolari e solo nel corso di alcuni periodi storici.
Non esistono, dunque, specie che possano essere considerae più evolute di altre oppure “predilette” dalla selezione naturale.

5. Esistono delle specie intermedie?

No. Il concetto stesso di “specie intermedia” o più comunemente denominato “anello di congiunzione” è da considerarsi errato.
Le specie in questione, infatti, dovrebbero trovarsi a metà strada tra un passato non troppo chiaro e un presente in cui l’evoluzione ha raggiunto l’apice della perfezione. Oltretutto, l’idea stessa di “anello di congiunzione” (come avvenuto per esempio con l’Homo naledi, specie appartenente alla linea evolutiva dell’Homo sapiens) presupporrebbe la presenza di una serie di altre forme viventi che vanno dalle più imperfette alle più evolute. Oggi sappiamo che le specie creano un complicato insieme che non ha esattamente una linea precisa di inizio che attraversa passato per ricongiungersi con il presente.

Schema evolutivo dell’uomo

6. Esistono i “fossili viventi”?

No. Spesso con il termine “fossili viventi” ci riferiamo a una specie perticolarmente vecchia che è riuscita a superare le difficoltà del tempo per giungere ai giorni nostri. Questo, però, è solo un modo di dire. È corretto affermare che esistono tutt’oggi forme di vita animali e vegetali che sono simili a specie vissute nel passato, ma ciò non significa che siano rimaste immutate nel corso dei millenni.

L’evoluzione è avvenuta anche per loro. Un esempio molto famoso è quello del celacanto, un pesce le cui più simili forme risalgono a 400 milioni di anni fa. La somiglianza impressionante con il passato, però, è solo un fatto superficiale: tali specie, infatti, erano molto diverse da quelle che possiamo osservare oggi.

7. L’evoluzione si affida esclusivamente al caso?

No. Tutto il processo evoluzionistico avvenuto per selezione naturale include almeno due passaggi di importanza fondamentale:

Advertisement. Scroll to continue reading.
  • la variabilità che avviene mediante mutazioni o modifiche del genoma (il DNA di ogni singolo individuo)
  • la selezione naturale che porta all’estinzione gli individui incapaci di riprodursi in un dato ambiente.

Le mutazioni poi, insieme alla ricombinazione genetica e all’immigrazione di individui provenienti da altri luoghi, possono essere considerati dei fattori casuali.
La selezione naturale, però, è un processo deterministico, ovvero molto lontano dalla semplice casualità degli eventi.

8. L’evoluzione implica sempre un progresso della specie?

No. Si è propensi a pensare che le specie del passato fossero meno evolute, perfette e adattate all’ambiente rispetto a quelle dei tempi più recenti. In realtà, proprio perchè l’evoluzione porta alla selezione di individui che riescono a sopravvivere in un dato luogo e in un determinato tempo, tali specie non possono essere definite nè migliori nè peggiori rispetto a quelle più recenti. Esse sono semplicemente diverse. Con l’aumento della complessità evolutiva vi sono svariati esempi di diminuzione della complessità stessa, come quella che coinvolge i parassiti con struttura e metabolismo semplificati.

9. L’evoluzione è una teoria sull’origine dell’universo e della vita?

No. L’evoluzione descrive e spiega semplicemente ciò che è avvenuto, che avviene e che avverrà nel corso della storia di una determinata specie. I processi chimici e fisici che hanno portato alla generazione delle forme di vita primordiali (ad esempio il Big Bang e altre svariate condizioni fisiche) non hanno nessuna correlazione con l’evoluzione che avviene per selezione naturale.
L’evoluzione ha cominciato la sua “scelta” solo quando sono comparse le prime cellule, anche molto semplici, le quali hanno cominciato a riprodursi.

10. L’evoluzione è una guida per il comportamento della specie?

No. L’evoluzione non decide i comportamenti umani. Questi ultimi, infatti, vengono determinati secondo altri influssi come la società, le convenzioni, la morale, la cultura (etc) che mutano nel corso del tempo e da un popolo a un altro. L’evoluzione non ha influito sulla nascita di schiavismo o nazismo, determinati invece da comportamenti e scelte umane. A fine 1800, invece, una nuova branca di studi, la fisiognomica, tentò di associare caratteri fisici comportamentali. Da essa si sono poi sviluppati altri studi, come l’antropologia criminale che vede in Cesare Lombroso uno dei suoi più grandi esponeti.

Advertisement. Scroll to continue reading.
Una celebre rappresentazione dell’evoluzione umana

Un ponte tra passato e presente

Ci sono persone nate per cambiare il mondo e le sue convinzioni. Studiosi come Darwin hanno gettato le basi per la cultura moderna: ci hanno aperto la mente. Essi si sono posti dubbi, hanno condotto esperimenti e formulato teorie avanguardistiche. Certamente, a volte, con l’evoluzione della società, del pensiero, della scienza e della tecnologia (in tutte le sue sfaccettature) è stato possibile trovare o quantomeno prendere in consierazione altre conclusioni plausibili che potessero spiegare la loro natura e il loro funzionamento. Rimane dunque sponataneo chiedersi – Senza teorie rivoluzionarie, formulate dall’età antica a quella moderna e contemporanea, saremmo arrivati comunque alle stesse conclusioni dei giorni nostri?-.

Classe 1997. Laureanda in lettere moderne e contemporanee all'Università di Torino. Articolista. Appassionata di musica, scrittura, cinema, pittura, letteratura e scienza. "Tutte le cose sono belle in sé, e più belle ancora diventano quando l'uomo le apprende. La conoscenza é vita con le ali" (Khalil Gibran).

Comments

You May Also Like

Tech

Alcuni di voi ricorderanno Lucy, l’australopithecus rinvenuto in Etiopia che mostrava la conformazione ossea di una donna a metà tra la scimmia e un...

Scienza

Scienza e religione sono da sempre considerate una agli antipodi dell’altra. La fede, per molto tempo, si è sentita minacciata dall’avanguardia della scienza e...

Ambiente

Uno studio ha stilato un elenco di tutti gli animali in via di estinzione, ovvero tutte quelle specie che contano meno di 1000 esemplari....

Ambiente

In un esemplare antico di pesce, sono state ritrovate delle articolazioni molto simili a quelle delle mani dei primati. La scoperta Il pesce elpistostege,...

Advertisement