Connect with us

Hi, what are you looking for?

Mobile

eSIM: una “solida” realtà

eSIM

La embedded-SIM, o più semplicemente eSIM, sono le nuove SIM virtuali che a fine 2019 hanno fatto la loro comparsa anche in Italia.

E’ un vero peccato che in Italia le innovazioni arrivino quasi sempre in ritardo rispetto al resto del mondo. Ma finalmente anche noi abbiamo le eSIM. Nella corsa alla creazione del dispositivo sempre più prestante, la costante eSIM li accomunerà tutti.

Cambiare smartphone è sempre molto bello, ma personalmente l’idea di togliere la SIM da un dispositivo e inserirlo in un altro mi fa svegliare di soprassalto dagli incubi. Numeri che si perdono, trasferimenti non andati a buon fine e tante altre scocciature legate a questo procedimento.

Per non parlare dell’eventualità in cui perdi o ti rubano lo smartphone, li si che sono dolori. Ma da oggi tutto ciò sarà solo un ricordo. Le eSIM renderanno tutto molto più semplice.

Advertisement. Scroll to continue reading.

Come è fatta la eSIM

È la rappresentazione virtuale della SIM ma senza alcun supporto fisico. Sono chip integrati direttamente nello smartphone che permette di accedere ai servizi di telefonia e a quelli di rete. Non sarà più necessario inserire alcuna card e i progettisti di smartphone avranno dello spazio in più da utilizzare per inserire la 28esima fotocamera.

Addio alla SIM card, la SIM è virtuale

Era necessario inventare le eSIM?

La risposta è si. Con l’arrivo del 5G e la diffusione dell’ IoT (Internet of Things) avere mille SIM card da inserire in ogni dispositivo diventava complicato. Basta pensare che oggetti come gli smartwatch o i dispositivi di sicurezza sono sempre più sottili e poco ingombranti.

La SIM card necessita di un alloggiamento che crea ingombro e vincola la progettazione di nuovi device ancor più comodi e tascabili. Inoltre l‘eSIM permette ad ogni oggetto di avere un collegamento dati permettendo di creare vere e proprie reti di comunicazione tra oggetti.

Prendiamo come esempio la domotica. Al posto di avere un’unità centrale a cui collegare i vari dispositivi, basterà collegarsi direttamente al singolo apparecchio che grazie alla eSIM potrà avere una “propria vita”.

Advertisement. Scroll to continue reading.

Come funziona

Utilizzare la eSIM è semplicissimo. L’operatore telefonico vi consegnerà una carta con un QR code stampato sopra. Basterà inquadrare il QR code con la fotocamera dello smartphone che rileverà il piano telefonico abbinato al quel code. Una passeggiata. Ovviamente avrete sempre il PIN e il PUK per la sicurezza dei vostri dati ma tutto sarà virtuale.

Altro aspetto molto interessante è il costo. I prezzi per l’eSIM varia dai 10 ai 20€ e solitamente la stessa cifra è inclusa nel credito. Per tutti quelli che hanno già una SIM card e vogliono mantenere il proprio numero di telefono è possibile commutare la propria SIM in una eSIM a un costo analogo a quello di una nuova attivazione.

Attivare un eSIM è semplicissimo e immediato

Dispositivi e operatori con eSIM

La rivoluzione è iniziata ed è un dato di fatto. Ma è una rivoluzione lenta anche se inesorabile. Ad oggi i device che implementano la eSIM sono solo alcuni smartphone come Samsung Galaxy Fold, il Motorola Razr, gli iPhone dalla serie XR in poi e alcuni smartwatch come Samsung Gear S2 e successivi, Amazfit NexoXiaomi Mi Watch e Nubia Alpha.

E’ ovvio che d’ora in avanti le eSIM verranno integrate in tablet, notebook e qualunque altro dispositivo che verrà prodotto, arrivando lentamente verso l’estinzione delle SIM card come le conosciamo.

Advertisement. Scroll to continue reading.

Per quanto riguarda invece gli operatori italiani che hanno già deciso di essere al passo coi tempi troviamo al primo posto TIM che da subito ha deciso di offrire questo servizio al costo di 10 euro. Al secondo gradino del podio troviamo Wind Tre che invece ha pensato di fare un test con l’offerta All Digital 50 Test Edition che permette di attivare una eSIM.

Cosa ne penso

Era ora. Le SIM sono sempre state una scocciatura e sono figlie di un retaggio vecchio come le tessere per le cabine telefoniche. Questo sistema inoltre permetterà di poter avere un Dual SIM in ogni telefono senza dover per forza avere un dispositivo con questa predisposizione. Trovo sia una di quelle innovazioni che ti fanno dire “finalmente!”. L’integrazione della eSIM permetterà di dar vita ad ogni oggetto tecnologico con tutti gli enormi vantaggi che ne conseguono. E personalmente sono a favore di tutto ciò mi può rendere la vita un po’ più semplice.

Advertisement. Scroll to continue reading.
Written By

Da oltre dieci anni mi occupo di editoria. Quando scrivo perdo la percezione del tempo, esattamente come quando viaggio.

Comments

You May Also Like

IoT

Internet of Things è un termine che viene utilizzato moltissimo in questi anni per descrivere funzioni degli oggetti grazie allo scambio dati, ma sappiamo...

Mobile

Samsung vorrebbe inserire degli annunci pubblicitari nella schermata di sblocco degli smartphone per abbassare i prezzi degli smartphone. Si sa, la pubblicità è l’anima...

IoT

Philips Hue è un sistema di lampade a LED che cambiano colore e che possono essere controllate in modalità wireless.  La luce è uno dei più grandi...

Tech

Honor Watch Magic 2 è la seconda versione dello smartwatch più eclettico di casa Honor. Le sue caratteristiche lo rendono perfetto per ogni momento...

Advertisement