0

https://open.spotify.com/episode/1iQmCex8OO0hTxPLfdbJNL?si=gPkxeoRMQfqy22CNiRISmg

Clubhouse, questo è l’argomento che negli ultimi giorni riempie la rete. Non si parla d’altro. Eppure in questo periodo gli argomenti non mancano. Ma oramai è difficile resistere a qualunque cosa implichi l’esclusività.

Già perché e di questo che parliamo. Un nuovo social network che sta facendo parlare di se più che delle sue funzioni per il fatto che per essere utilizzato c’è bisogno di un invito.

E si sa, più una cosa è esclusiva, più i poveri di mente lottano per averla. È come quando tu vuoi entrare in un locale alla moda ma senza determinate credenziali fai la coda per ore fuori nell’attesa che forse ti scelgano.

Sarò strano io ma pagare per essere scelti non è nelle mie corde. Ma torniamo a noi. Vediamo cosa c’è di tanto particolare nel nuovo social network Clubhouse.

Clubhouse, cos’è e come funziona

Partiamo col spiegare cos’è e come funziona Clubhouse, perché magari ancora c’è qualcuno che non lo conosce.

Si tratta di un nuovo social basato sulla voce che permette alle persone di chiacchierare tra loro in stanze a cui si può accedere solo con un invito da parte di chi è già iscritto. La particolarità di queste di stanze è che è possibile comunicare solo tramite audio.

Riassunto: una telefonata di gruppo. Esatto, tutto sto bordello per una telefonata di gruppo.

Ora, non voglio fare il solito anziano, ma questa cosa non ha un senso. Analizziamola un attimo. Io creo una stanza, mando inviti ad amici e quando loro sono nella stanza ci parlo.

Non è quello che succede su Skype e qualunque altro servizio di comunicazione.

Ma ovviamente qui il punto non è cosa puoi fare in Clubhouse, la cosa che attira è il fatto di dover essere invitati. Tanto e vero che su Ebay si stanno moltiplicando gli annunci di chi vende inviti.

In questo podcast parleremo di Clubhouse, del suo funzionamento e di ciò che c’è dietro.

Angelo Tropeano
Sono bravo con le parole ma spesso non ne trovo. Cinico e sarcastico ma non per colpa mia.

Virus e DAD, il fallimentare tentativo di una “scuola a distanza”

Previous article

Elon Musk punta tutto sulle criptovalute e il loro futuro

Next article

Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

More in Tech