Connect with us

Hi, what are you looking for?

Mobile

Brave: debutta oggi il web browser che dà la priorità alla privacy

Da oggi è possibile scaricare Brave, il web browser sviluppato con un obiettivo preciso, garantire la privacy dei suoi utenti. E lo fa grazie a numerose funzioni. Il programma blocca tutte le pubblicità di terze parti, video automatici e trackers. In questo modo i vostri dati saranno al sicuro senza dover navigare tra le impostazioni. Nonostante ciò, sarete comunque liberi di modificare liberamente questi aspetti del browser.

Un web browser senza mezze misure

Brave non è l’unico ad aver pensato a queste soluzioni. Diversi tra i web browser più noti hanno preso delle precauzioni in questi casi. Si tratta però di tentativi non proprio riusciti, visto che non tutti permettono di bloccare le pubblicità. In altri casi ciò è possibile, ma solo navigando tra le impostazioni. E, spesso, l’utente non ne è a conoscenza, visto che non sono funzioni molto note.

In sintesi ogni web browser cerca di gestire la situazione a modo suo. Ma sembra che in un certo senso solo Brave userà le maniere forti bloccando tutto. Una situazione che ha portato molti ad utilizzare degli ad-blocker, ma si tratta di programmi che portano altre problematiche. Soprattutto per gli YouTuber i cui guadagni spesso provengono proprio dalle pubblicità presenti nella piattaforma.

Advertisement. Scroll to continue reading.

 

Una soluzione per chi vive di pubblicità

Anche in questo caso il web browser di Brave sembra offrire una soluzione al problema. Il programma ha infatti un’altra funzione, i Brave Ads. Si tratta di pubblicità da poter guardare per ottenere dei blockchain tokens da poter spendere come si vuole. Gli utenti possono usarli per comprare degli oggetti in un negozio online dedicato oppure donarli ad altre persone, YouTuber compresi.

 

Advertisement. Scroll to continue reading.

Anche in questo caso però, Brave ha tenuto a sottolineare alcuni aspetti. Queste pubblicità non avranno accesso ai dati degli utenti, ed appariranno come delle notifiche e non tramite banner sui siti internet. Anche se queste pubblicità saranno mirate in base agli interessi degli utenti, i dati degli utilizzatori del web browser non verranno condivisi. Infine, sarà possibile modificare il numero di pubblicità da poter vedere al giorno.

Ovviamente questo porta alla prima considerazione da fare. Brave ha dichiarato che non darà a nessuno i dati dei suoi utenti. Bisognerà però vedere se sarà in grado di mantenere questa promessa. Anche altre società, come Google, promettono trasparenza e privacy, mentre in realtà utilizzano i nostri dati come più preferiscono senza nessuno scrupolo. Quindi purtroppo le parole valgono poco in questo caso.

Quindi Brave dovrà trasformare le parole in azione. Il web browser è nato da poco ed è disponibile per PC Windows, Mac e Linux e anche per dispositivi Android ed iOS. Quindi bisognerà aspettare per scoprire se la società riuscirà a non cadere in tentazione ed usare i dati dei suoi utenti a loro insaputa. Con il lancio ufficiale ed il passare del tempo, vedremo come sarà in grado di gestire la situazione.

Advertisement. Scroll to continue reading.

La privacy torna centrale

La nascita di Brave dimostra anche come, proprio a causa dei colossi del web, sia tornato centrale il concetto di privacy. Un aspetto che agli albori della rete non era stato preso molto in considerazione. E, se anni fa questo argomento riguardava solo internet, adesso, con la crescita della domotica, tocca anche le nostre vite quotidiane. Basta pensare ad oggetti sempre collegati alla rete che comunicano con la nostra casa.

In ogni caso, a questo indirizzo potete scaricare Brave.

 

Advertisement. Scroll to continue reading.
Written By

Comments

You May Also Like

Tech

La privacy. Questo concetto oramai è decaduto. Ancor di più la privacy digitale. Senza che noi ce ne rendiamo conto, le aziende sanno tutto...

Tech

Microsoft Edge dopo alcuni mesi dalla sua uscita definitiva si posiziona al secondo posto come browser più utilizzato al mondo. Microsoft Edge è il...

Advertisement