Connect with us

Hi, what are you looking for?

Crypto & Blockchain

Blockchain, panoramica sull’Internet delle transazioni

“A distanza di più di dieci anni dalla sua nascita, la Blockchain rappresenta una piattaforma innovativa, che sa rispondere ai tanti e diversi bisogni di imprese, organizzazioni, cittadini e consumatori. A differenza di altre innovazioni tecnologiche, la Blockchain fa riferimento ad alcuni temi e concetti apparentemente molto diversi e lontani tra loro, che normalmente non associamo all’innovazione digitale. La fiducia, la responsabilità, la comunità, la decentralizzazione. Accanto a questi ce ne sono altri, che hanno una forte relazione con la tecnologia, come i temi della trasparenza, dell’immutabilità, della condivisione e della “competizione” nel raggiungimento di un risultato. 1

La Blockchain o catena di blocchi, sfrutta le caratteristiche di una rete informatica di nodi. Consente di gestire e aggiornare – in modo univoco e sicuro – un registro contenente dati e informazioni, per esempio transazioni, in maniera condivisa e distribuita senza la necessità di un’entità centrale di controllo e verifica.

Le tecnologie Blockchain sono incluse nella più ampia famiglia delle tecnologie di Distributed Ledger: sistemi che si basano su un registro distribuito, che può essere letto e modificato da più nodi di una rete.

Per validare le modifiche da effettuare al registro, in assenza di un ente centrale, i nodi devono raggiungere il consenso. Dal punto di vista delle “regole di gestione”, ciascun blocco si “aggiunge” alla catena basandosi sul Consenso distribuito su tutti i nodi della rete. Tutti i nodi quindi, vengono chiamati a contribuire alla validazione delle transazioni presenti in ciascun blocco. Le modalità con cui si raggiunge il consenso e la struttura del registro sono alcune delle caratteristiche che connotano le diverse tecnologie Distributed Ledger.

Advertisement. Scroll to continue reading.

La Blockchain quindi è un database decentralizzato che archivia asset e transazioni su una rete di tipo peer-to-peer. È un Registro pubblico per la gestione di dati correlati alle transazioni presenti nei blocchi e gestite tramite crittografia dai partecipanti alla rete che verificano, approvano e successivamente registrano tutti i blocchi con tutti i dati di ciascuna transazione su tutti i nodi. La stessa transazione-informazione è dunque presente su tutti i nodi e pertanto diventa immodificabile se non attraverso un’ operazione che richiede l’approvazione della maggioranza dei nodi della rete e che in ogni caso non modificherà lo storia di quella stessa informazione.2 

I componenti basilari della Blockchain:

  • Nodo: sono i partecipanti alla blockchain e sono costituiti fisicamente dai server di ciascun partecipante
  • Transazione: è costituita dai dati che rappresentano i valori oggetto di “scambio” e che necessitano di essere verificati, approvati e poi archiviati
  • Blocco: è rappresentato dal raggruppamento di un insieme di transazioni che sono unite per essere verificate, approvate e poi archiviate dai partecipanti alla blockchain
  • Ledger: è il registro pubblico dove vengono “annotate” con la massima trasparenza le transazioni effettuate in modo ordinato e sequenziale. Il Ledger è costituito dall’insieme dei blocchi che sono tra loro incatenati tramite una funzione di crittografia e grazie all’uso di hash
  • Hash: è una operazione (Non Invertibile) che permette di identificare in modo univoco e sicuro ciascun blocco. Un hash non deve permettere di risalire al testo che lo ha generato

L’applicazione, ad oggi, più utilizzata per la Blockchain (e che ha reso la Blockchain famosa nel mondo) è il sistema dei Bitcoin.

Bitcoin è la prima criptovaluta creata ed è, naturalmente, la più famosa

E’ stata introdotta nel 2009 da uno sviluppatore sotto lo pseudonimo Satoshi Nakamoto. L’idea centrale era creare un sistema di pagamento elettronico indipendente e decentralizzato basato su prove matematiche e crittografia.

Pur essendo il più conosciuto, Bitcoin non è da solo. Esistono molte altre criptovalute, ciascuna con particolari caratteristiche e meccanismi.

Advertisement. Scroll to continue reading.

Criptovalute

La criptovaluta non è altro che una forma di moneta digitale usata come mezzo di scambio all’interno del network distribuito di utenti. A differenza dei sistemi bancari tradizionali, queste transazioni vengono monitorate attraverso un registro pubblico digitale – appunto la blockchain- e possono avvenire direttamente tra i partecipanti (peer-to-peer) senza necessità di intermediari.

‘Cripto’ fa riferimento alle tecniche crittografiche usate per proteggere il sistema economico e garantire che la creazione di nuove unità di criptovaluta e la convalida delle transazioni fili liscio.

Bitcoin, in pratica

I Bitcoin, sostanzialmente, non sono che file, che ogni utente della rete può salvare in un proprio wallet digitale. Ogni “indirizzo bitcoin” presente nel wallet può essere associato a un numero variabile di Bitcoin. Ad ogni indirizzo (chiave pubblica), viene associato l’equivalente di una firma digitale (chiave privata), utile per assicurarsi che solo il proprietario di un certo indirizzo possa avviare una transazione ed esso legata.

Advertisement. Scroll to continue reading.

Se guardiamo il protocollo Bitcoin, una transazione può essere letta come la dichiarazione di un utente di ridurre la sua quota di Bitcoin e di aumentare quella di un secondo utente di un ugual valore. Nel momento in cui si gestisce una transazioneogni nodo della rete che partecipa al sistema aggiorna il registro, trasferendo l’informazione al nodo successivo.

Ultilizzo dei Bitcoin

Per iniziare a utilizzare la valuta Bitcoin come moneta di scambio, è sufficiente installare sul proprio dispositivo (cellulare, desktop, hardware o web) un’applicazione per il portafoglio Bitcoin. In pratica, una volta istallato il portafoglio Bitcoin, verrà generato un primo indirizzo che potrà essere condiviso con chiunque e permetterà lo scambio di denaro.

Tramite il proprio portafoglio si può verificare quanti altri Bitcoin si hanno a disposizione per poter effettuare transazioni. Tutto il sistema è protetto da crittografia, in modo da essere sicuro contro gli attacchi informatici.

Advertisement. Scroll to continue reading.

La chiave privata

Il denaro viene trasferito tra due portafogli Bitcoin e la transazione è protetta da una chiave privata. La firma attraverso le transazioni garantisce che il denaro trasferito sia effettivamente della persona che ha effettuato la transazione e che nessuno la modifichi. I Bitcoin, pur essendo virtuali, non mostrano sostanziali differenze rispetto alle monete tradizionali, infatti non rappresentano nulla nel mondo fisico. Hanno valore per il semplice fatto che le persone accettano di scambiarli con beni/servizi, allo scopo di averne un numero sempre maggiore sul loro conto, convinti che anche le altre persone facciano lo stesso.3


Advertisement. Scroll to continue reading.
Written By

Comments

You May Also Like

Economia

Probabilmente avrete già sicuramente sentito parlare di Blockchain. In questo blog abbiamo già parlato di questo argomento alcune volte. Lo abbiamo fatto perché eravamo...

Economia

L’ Euro digitale potrebbe arrivare entro giugno 2021. Questa è l’ipotesi della Banca centrale europea che sta studiando l’introduzione di un euro digitale. Si...

Crypto & Blockchain

Le criptovalute, rappresentano la novità finanziaria più interessante degli ultimi anni.  Molti trader si stanno chiedendo se convenga trasferire una parte di liquidità per...

Economia

I pagamenti elettronici in questo periodo di quarantena stanno vedendo un’impennata. Possono contribuire a combattere illegalità e anche la diffusione del Coronavirus. Verso la...

Advertisement