0

Bill Gates in queste settimane è stato al centro di diverse discussioni per il suo discorso “profetico” tenuto al TED del 2015

Sicuramente in queste settimane avrete visto il video di Bill Gates tenuto nel 2015 al TED. Lo hanno trasmesso tantissimi programmi televisivi e in rete è diventato virale nel giro di poche ore.

Ogni conduttore, ogni blog e testata giornalistica ha fatto la propria analisi di quel frammento di discorso. Ovviamente la lettura che la stragrande maggioranza delle persone ha dato è che Bill Gates ha detto quelle cose perché aveva già progettato tutto.

Di primo acchito viene spontaneo pensarlo. Ma come sempre bisogna andare oltre la lettura superficiale e andare più a fondo nelle notizie.

Lo ha detto lui

Ovviamente quando l’uomo più ricco al mondo dice qualcosa non può passare inosservato. Tantomeno se ciò che dice poi si realizza. In quel fatidico discorso dice una cosa semplice: Negli anni 90 il pericolo maggiore per l’umanità era una possibile guerra nucleare, ma oggi il vero pericolo deriva da un possibile virus.

E aveva ragione.

Attualmente nel mondo più di 200.000 persone sono morte a causa del Coronavirus. E tutto fa supporre che questa cifra aumenterà ancora. Ma c’è davvero un collegamento tra le parole di Gates e quello che sta succedendo?

Davvero l’ideatore del sistema operativo più usato al mondo è l’artefice di questa carneficina?

Il discorso di Bill Gates al TED 2015

La paura dell’inadeguatezza

Complottismo a parte io sono convinto di una cosa: In qualunque caso la verità non la sapremo mai. Gates da molti anni è impegnato nel campo della ricerca e della prevenzione. Leggevo in questi giorni che per lui la pandemia è un’incubo che si realizza.

Da anni sostiene che un virus poteva essere il veicolo maggiore di morte. Affermava ciò molto prima del 2015. In realtà alla base di questa sua ossessione c’è una paura ben più grande della diffusione di un virus. Qualcosa che noi possiamo controllare, ovvero l’inadeguatezza del sistema sanitario mondiale.

Badate bene, non intendeva la carenza di strutture ospedaliere ma si riferiva alla mancanza di preparazione.

Conosci il tuo nemico

Bill Gates da tempo è proiettato sempre più verso la filantropia. Probabilmente una persona dopo aver conquistato il mondo ha 2 scelte: o cerca di migliorarlo oppure vuole farlo sempre più suo.

Sembra che Gates abbia deciso di percorrere la prima strada. Insieme alla moglie Melinda, poco prima del 2010, ha creato la Bill e Melinda Gates Foundation. Una fondazione che opera in 10 paesi dell’Africa con lo scopo di aiutare il popolo africano ad acquisire gli strumenti per migliorare il proprio status di ultimi.

A metà marzo ha anche annunciato le dimissioni del fondatore dal Consiglio di Amministrazione di Microsoft per dedicarsi maggiormente a progetti benefici. Il fatto è che le tempistiche sono sospette. In molti hanno visto il collegamento tra questa decisione e la diffusione del Coronavirus. Infatti il video ha cominciato a girare proprio contestualmente a questa dichiarazione.

bill
Bill e Melinda Gates

Coincidenze?

“Non credo proprio” risponderebbe il capo complottista della pagina Facebook “le verità che nessuno ti dice”. Il fatto è che quando un potente della terra tira fuori un’anima siamo sempre diffidenti. Il discorso di Bill Gates al TED ci ha messo davanti alla paura che l’uomo ha da sempre, ovvero che qualcuno giochi con la vita dell’uomo.

Ma forse bisogna ricordarsi che Gates ha un QI di 160 esattamente come Albert Einstein. E come spesso succede a uomini fori dal comune non sono compresi fino in fondo. Ecco quindi che le teorie complottiste vanno a farsi benedire.

Cosa ne penso

Noi comuni mortali conosciamo forse 0.5% di ciò che succede tra i potenti della terra. Sicuramente una persona potente vuole solo una cosa: essere sempre più potente. Sicuramente non sapremo mai l’origine di questa pandemia. Come non sapremo mai chi ha ucciso Kennedy e tanti altre verità della storia dell’umanità.

Quello che penso è che uomini intelligenti riescano ad analizzare il mondo come noi comuni mortali non riusciamo a fare. La loro intelligenza li porta a capire e a riflettere su concetti che noi neanche immaginiamo.

Ma sopratutto la storia ci ha insegnato che un potente che vuole progettare una catastrofe non fa delle conferenze per annunciarlo, lo fa e basta.

Angelo Tropeano
Sono bravo con le parole ma spesso non ne trovo. Cinico e sarcastico ma non per colpa mia.

Vichinghi, un passo di montagna sommerso dai ghiacci

Previous article

Quale investimento conviene fare oggi?

Next article

Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

More in Scienza