Connect with us

Hi, what are you looking for?

Salute

Ayahuasca: la magica bevanda degli sciamani

L’ayahuasca, letteralmente “liana degli spiriti” è un infuso a base di piante capaci di indurre effetti purganti e psichedelici

Le componenti dell’ayahuasca

L’ayahuasca è sempre stato definito un intruglio magico dalle prerogative terapeutiche. È molto usato nello sciamanismo amazzonico praticato in Perù, Colombia, Ecuador, Brasile, Bolivia e Venezuela.
La pozione base, affinché possa essere considerata farmacologicamente attiva, deve assolutamente contenere un minimo di due piante amazzoniche: la liana Banisteriopsis caapi e le foglie della pianta Psychotria viridis, in alcune zone sostituita con la Diplopterys cabrerana.

Una bevanda magica

Con la parola ayahuasca vengono contemporaneamente indicati la pozione e la liana. Essa infatti è chiamata “pianta del maestro” dagli sciamani poiché costituisce il mezzo per l’insegnamento (il quale però viene raggiunto con l’unione di altre componenti). Se viene consumata, induce statii visionari e il suo uso è frequente durante le cerimonie religiose, riti e terapie.

Dagli anni novanta l’interesse verso l’ayahuasca è cresciuto a causa del notevole interesse del mondo accademico, interessato alle potenzialità dei suoi ingredienti.
Di grande importanza è stata la diffusione del movimento Santa Daime, una congregazione religiosa nata in Brasile negli anni trenta.
Durante la World Ayahuasca Conferenze tenuta a Ibiza a settembre 2014 e a Rio Branco (Brasile) nell’ottobre 2016, è stata emanata una dichiarazione che chiede la regolamentazione nel consumo dell’infuso.

Advertisement. Scroll to continue reading.

Effetto allucinogeno ma anche protettivo

La Psychotria viridis e la Diplopterys cabrerana, che costituiscono il secondo ingrediente necessario, contengono dimetilttiptamina (DMT), una componente allucinogena. Essa ha una struttura molto semplice e si trova in piante, animali e nell’uomo.
Gli effetti scatenati sono simili a quelli dell’LSD, della psilocibina e della mescalina. Rispetto a queste, però, la DTM viene attivamente trasportata dal cervello umano verso la barriera emato-encefalica (una membrana di protezione) dove aiuta ad impedire l’accesso di elementi nocivi per l’organismo.

Lo studio di Rick Strassman

Nel 2001 Rick Strassman ha riconsiderato questo aspetto dell’ayahuasca affermando che sarebbe proprio la DMT la “molecola spirituale” alla base delle esperienze mistiche già presente nel corpo umano e responsabile dello stato psicologico raggiunto dai mistici vissuti in ogni epoca. Tale meccanismo avviene nella ghiandola pineale, situata nel cervello e considerata già da Cartesiola sede dell’anima”.

Proprietà

A seconda di come viene consumata, gli effetti sopraggiungono in tempi diversi. L’effetto della DMT ha una durata di 10-15 minuti se fumata, 2 o 3 ore se ingerita. Il suo effetto non è narcotico. La DTM è infatti la stessa sostanza prodotta dalla ghiandola pineale durante la fase REM del nostro sonno. Il suo utilizzo ha portato alla cessazione di abuso di alcolici, tabacco e sostanze stupefacenti.

Advertisement. Scroll to continue reading.

Effetti collaterali

Il consumo della bevanda può causare tachicardia e problemi di pressione alta con relative conseguenze.
Sono diversi i casi di turisti che, per provare la pianta allucinogena, hanno subito pesanti controindicazioni e qualcuno è anche andato incontro alla morte. Alcuni organizzano delle vere e proprie serate “da sballo”, ma il loro scopo è ben diverso da quello delle messe sciamaniche.
La sua completa sicurezza è comunque ancora da verificare. Il consumo di ayahuasca è assolutamente sconsigliato se si offre di cardiopatia, epilessia, disturbo bipolare, ipertensione o diabete. Le conseguenze di una errata assunzione possono essere vomito, diarrea, vampate di calore alternate a brividi di freddo.

Ogni luogo ha le sue tradizioni

Nonostante la medicina si sia evoluta moltissimo, soprattutto nei ultimi due secoli, in alcune zone del mondo vengono applicate cure antichissime capaci di stupore la medicina moderna.
Ovviamente ogni sostanza considerata curativa, deve essere assunta coscientemente e solo se ne si conoscono i rischi e si è capaci di “reggerla”. Per gli sciamani amazzonici serve per raggiungere lo stato mistico, per la medicina serve per curare le dipendenze: una vittoria su due fronti.

Advertisement. Scroll to continue reading.

Classe 1997. Laureanda in lettere moderne e contemporanee all'Università di Torino. Articolista. Appassionata di musica, scrittura, cinema, pittura, letteratura e scienza. "Tutte le cose sono belle in sé, e più belle ancora diventano quando l'uomo le apprende. La conoscenza é vita con le ali" (Khalil Gibran).

Comments

You May Also Like

Innovazione

In occasione del 25 novembre, giornata contro la violenza sulle donne, chiudiamo la nostra settimana con un articolo dedicato ad alcune figure femminili che...

Scienza

Dopo le figure di Nazca, ecco un altro mistero curioso: quello dei Moai dell’isola di Pasqua. Dopo le figure di Nazca, ecco un altro...

Innovazione

E se vi dicessi che alcune persone spendono milioni di dollari per farsi ibernare? La crionica sembra una nuova frontiera del futuro e le...

Salute

I pericoli di internet sono tantissimi. Pratiche “fai da te” e modelli sbagliati rischiano di compromettere per sempre la nostra salute. Pericoli di internet:...

Advertisement