Connect with us

Hi, what are you looking for?

Intelligenza Artificiale

Amazon userà robo-taxi per le consegne

robo-taxi

Amazon sta per annunciare l’impiego di robo-taxi per le consegne dei prodotti grazie ai sistemi sviluppati da Zoox

Robo-taxi benvenuti, corrieri addio.

Questo è ciò che ho pensato quando ho letto questa notizia. Amazon annuncerà a giorni l’acquisizione di Zoox, la start-up specializzata in sistemi per la guida autonoma. Lo scopo di questa acquisizione: creare dei robo-taxi a guida autonoma da impiegare per le consegne dei prodotti ordinati sul portale del colosso dell’e-commerce.

Sembra che Jeff Bezos abbia un’attività celebrale non indifferente. Non smette mai di pensare quell’uomo.

Advertisement. Scroll to continue reading.

Dopo Amazon Prime Air, progetto che non si è arenato, i robo-taxi per la consegna dei pacchi è l’ultima innovazione tecnologica che Amazon vuole portare nelle nostre vite.

Addio a corrieri che arrivano, suonano il campanello con ferocia, lasciano il pacco e poi scappano. Tra qualche tempo ci saranno dei robottini che si presenteranno davanti alla nostra porta di casa.

un’ altra società che sta investendo sui robo-taxi

Mi piacciono i tuoi robo-taxi

La trattativa per l’acquisizione di Zoox sembra in fase avanzata. Per la modica cifra 3,2 miliardi di dollari. Una sciocchezzuola.

Visto che il mercato delle macchine a guida autonoma sta facendo passi da gigante, Amazon non voleva perdere l’occasione di accaparrarsi una fetta di questo mercato. Ad oggi Google, Uber e Tesla erano le regine in questo mercato. Anche Bezos voleva una corona.

Advertisement. Scroll to continue reading.

Ecco quindi cercare di entrare in scivolata anche in questo mercato. Considerato che non ha problemi di liquidità, ha pensato bene di comprarsi una delle società che è tra le prime al mondo in questo settore.

Un prototipo utilizzato da Zoox per creare auto a guida autonoma

Droni che passione

Sembra che ad Amazon le persone che lavorano non piacciano proprio. L’intento è infatti quello di automatizzare le consegne tramite robo-taxi sia per cielo che per terra. Immaginate droni che si muovo in strada e volano nei cieli che vi portano i vostri adorati ordini.

Gli unici problemi che Amazon sta affrontando nell’attuare questa rivoluzione è di tipo normativo. Sembra che ai vari Stati non piaccia che nei cieli sfreccino droni a guida autonoma. Idem per i robo-taxi in strada.

Le implicazione in ambito giuridico sarebbero veramente molte. Dalla responsabilità di un’incidente alla pericolosità per le persone che potenzialmente questi droni potrebbero creare dal proprio movimento.

Advertisement. Scroll to continue reading.

Probabilmente i Governi sono consapevoli che le persone non sono ancora pronte ad ignorare un robo-taxi sul marciapiede. In più pare che i droni aerei possano essere elemento di disturbo per uccelli e aerei.

Nonostante Amazon abbia già realizzato un drone completamente elettrico in grado di volare fino a 20 km per effettuare consegne in meno di 30 minuti gli ostacoli per la messa in opera di tale servizio sono parecchi.

Sembra che il nuovo robo-taxi a guida autonoma è in grado di identificare oggetti statici e in movimento che provengono da tutte le direzioni. Grazie ai vari sensori gestiti da algoritmi avanzati può compiere il proprio lavoro in totale sicurezza.

Advertisement. Scroll to continue reading.

Insomma, la tecnologia c’è, gli strumenti anche,i dispositivi scalpitano nei garage delle varie società, ma questa benedetta guida autonoma sembra non piacere proprio ai vari Governi. Nonostante le società che stanno investendo in questo settore siano tra le più potenti al mondo, devono fare i conti con la burocrazia.

Il robo-taxi volante Amazon Prime Air

Cosa ne penso

Una cosa è certa: il futuro appartiene alla guida autonoma. Lo abbiamo visto in tutti i film di fantascienza. Mezzi di trasporto che ci conducono a destinazione con un semplice comando vocale. Essendo una tecnologia che può essere impiegata in ogni ambito, le grandi società stanno facendo a gara per essere i primi a sfruttarla nel proprio settore.

Prima o poi questo cambiamento avverrà. Forse più poi che prima. Le implicazioni a livello economico di questa rivoluzione sono molte.

Questa tecnologia romperebbe le scatole a molti. In primis a tutti coloro che lavorano come conducenti. Dai taxi ai corrieri. Verrebbero sostituiti da un robot. Senza considerare l’impatto sulle forniture di petrolio. Tutti questi mezzi sono elettrici. Capite da soli che sono una bella rogna per le compagnie petrolifere.

Advertisement. Scroll to continue reading.

Posti di lavoro a parte, questo tipo di rivoluzione a me piace molto. Oltre all’aspetto tecnologico, che è già di per se una cannonata, parliamo di una rivoluzione che consente di ottenere il massimo risultato senza impattare sull’ambiente.

Purtroppo la logistica è una delle cause dell’inquinamento. Con questi mezzi si abbatterebbero le emissioni di parecchio. Però poi penso a tutti quei posti di lavoro che andrebbero in fumo. Quindi mi viene da pensare che forse basterebbe aumentare l’utilizzo di mezzi elettrici e continuare a dare da lavorare a tutti.

Così vissero tutti felici e contenti.

Advertisement. Scroll to continue reading.

Written By

Da oltre dieci anni mi occupo di editoria. Quando scrivo perdo la percezione del tempo, esattamente come quando viaggio.

Comments

You May Also Like

Intelligenza Artificiale

La National University of Singapore e la Neuromorphic Research Community di Intel annunciano gli studi che applicano alla robotica la sensibilità tattile. Oramai una buona parte della ricerca di...

IoT

Grazie ad Amazon Echo per auto non dovrai più lasciare Alexa a casa ma potrai usarla anche mentre sei in macchina. Amazon Echo per...

Big Data

I nuovi processori Graviton 2 di AWS (Amazon Web Service) con architettura ARM (Advanced Risc Machine) permettono di avere una velocità di calcolo superiore...

Tech

La solidarietà digitale amplia il concetto di solidarietà permettendo a privati e ad aziende di accedere gratuitamente a servizi normalmente a pagamento. Il Ministro...

Advertisement