0

00Gate è il primo datacenter operativo nel sud Europa a zero emissioni. Lenovo Data Center Group ed EXE.IT hanno collaborato per la realizzazione di questo progetto.

00Gate è ciò che ci si aspetta nel 2020 dall’evoluzione tecnologica. Non ha senso, arrivati a questo punto, realizzare progetti tecnologici senza prestare attenzione al loro impatto ambientale.

È un dato di fatto.

Ecco perché quando ho letto di questo progetto, che è passato abbastanza in sordina nei canali tech, mi è sembrato doveroso parlarne. Dobbiamo dare più voce a propositi come questo. Grandi prestazioni che non impattano sull’ambiente.

Cos’è 00Gate

Basato sulla piattaforma Lenovo ThinkAgile CP, 00Gate è il datacenter che è stato progettato tenendo in considerazioni 2 grandi obbiettivi: avere i minori consumi possibili con la maggiore sostenibilità ambientale possibile. Era sottinteso che le performance dovevano essere tra le migliori possibili.

Per puntare a tale risultato si sono uniti Lenovo Data Center Group ed EXE.IT. Due big company nel campo del cloud computing. La collaborazione tra queste due società ha permesso di mettere in campo le migliori competenze per realizzare un progetto che potesse offrire un servizio di cloud tra i migliori al mondo ma allo stesso tempo dimostrare che ciò è realizzabile seguendo un green line.

ExeIT 00Gate Apertura
La struttura esterna del 00Gate

Il progetto

«L’impatto che il nostro settore ha sull’ambiente è un peso sulla nostra coscienza. Ecco perché siamo determinati a offrire un’alternativa ‘green’ alle aziende, partendo dalla progettazione di un data center in cui ogni elemento è concepito per offrire le massime prestazioni nel volume più piccolo per ottenere la massima efficienza energetica».

Gianluigi Capra, CEO di EXE.IT

Dopo tale dichiarazione sono partiti 90 minuti di applausi nella mia testa.

Il progetto è stato concepito e sviluppato in tutte le sue parti tenendo sempre presente questa chiave. Ogni dettaglio è stato pensato per ottenere un prodotto con le caratteristiche prefissate.

L’architettura della struttura e le tecnologie utilizzate sono studiate per un’ottimizzazione ai massimi livelli con strabilianti performance. Nulla è stato tralasciato.

Spesso si sente di progetti green che sono manchevoli in qualche aspetto. Ciò porta inesorabilmente ad associare la sostenibilità ambientale come qualcosa che limita.

La struttura

Leggendo come è stata edificata la struttura non si trovano sistemi innovativi. In realtà le emissioni zero sono state raggiunte utilizzando tecnologie ben note.

Il sistema energetico è gestito da un utilizzo massivo di pannelli solari. L’edificio è stato realizzato con metrature contenute e la struttura struttura esterna è un misto di legno e silicio che garantiscono una perfetta termoregolazione degli ambienti interni.

Il sistema di areazione, raffreddamento e di condizionamento è basato sull’entalpia, cioè che sfrutta la sola differenza di temperatura con l’ambiente esterno.

Ciò consente al data center di essere energeticamente quasi autonomo. Quel poco di energia che deve utilizzare esternamente deriva esclusivamente da fonti rinnovabili certificate Green Cloud Consortium.

03
Il sistema di pannelli solari del 00Gate permette una quasi totale indipendenza energetica

Il data center

La vera e unica innovazione è data dal sistema Lenovo ThinkAgile CP. Questo sistema consente di impattare positivamente sui consumi. È stato progettato per ottimizzare le prestazioni dei carichi di lavoro. Questo garantisce una maggiore efficienza operativa con consumi energetici ridotti.

È formato da processori scalabili Intel Xeon. Lo storage è affidato a server Lenovo ThinkSystem SR650 equipaggiato con una combinazione di SSD (Solid State Drive) veloci a bassa latenza lntel Optane e SSD Intel 3D NAND ad alta capacità.

04
Il sistema Lenovo ThinkAgile CP

Cosa ne penso

Quando noi italiani ci impegniamo siamo capaci di tutto. Il 00Gate è davvero un orgoglio italiano. Questo green data center è stato realizzato a Bologna e diventerà famoso in tutto il mondo.

Certo, Bologna è già famosa in tutto il mondo per i tortellini e tanto altro, ma questo è un progetto che dimostra che possiamo avere la botte piena e la moglie ubriaca.

Non è necessario scegliere tra performance e ambiente. Possiamo avere entrambe le cose. Possiamo essere futuribili senza distruggere quello che ci circonda. Si possono ottenere profitti senza distruggere l’ecosistema.

È questa la direzione che tutti dobbiamo intraprendere. Lo dobbiamo fare per noi. Per il nostro bene e per il bene delle generazioni future.

Questo è il vero genio italiano di cui vado orgoglioso. Dobbiamo solo coltivarlo. Esattamente come faremmo con un pezzo di terra.

Angelo Tropeano
Sono bravo con le parole ma spesso non ne trovo. Cinico e sarcastico ma non per colpa mia.

Insetti: il tangibile pericolo dell’estinzione

Previous article

Conviene investire nel mercato delle criptovalute?

Next article

Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

More in Tech